10 consigli su come proteggersi dal sole e abbronzarsi

Proteggersi dal sole, soprattutto durante le vacanze estive, è fondamentale perché consente di abbronzarci con intelligenza senza imbatterci in fastidiose e pericolose scottature solari. Ecco allora alcune linee guida.

come abbronzarsi proteggendosi dal sole

  1. Scegli il solare adatto al tuo tipo di pelle

Non tutti abbiamo le stesse necessità, per questo scegliere il solare più adatto alla propria pelle è un passo fondamentale per ottenere una abbronzatura uniforme e senza scottature. Innanzitutto, una crema o uno spray protettivo deve essere in grado di proteggerci dai raggi UVA, da quelli UVB e dai raggi infrarossi (IR). Motivo per cui devi scegliere un solare ad ampio spettro. In secondo luogo, bisogna tenere conto del colore della nostra pelle (fototipo). Sull’etichetta del solare troverai indicato il numero relativo al fattore di protezione solare (SPF) che fa riferimento alla capacità del prodotto di difenderti dai raggi UVB e che potrai scegliere in base al tuo fototipo. Inoltre, troverai un cerchio con all’interno la sigla UVA se quella crema sarà in grado di proteggerti, oltre che dagli UVB, anche da quelli UVA.

Se abbiamo la pelle chiara o molto chiara dovremo optare per un solare con un indice di protezione alto o molto alto (SPF 30, 50 o 50+). Discorso diverso per chi ha la pelle mediterranea o scura: in questo caso dobbiamo scegliere un prodotto solare con un indice di protezione basso o medio (SPF 6, 10, 15, 20 o 25). Qualunque sia il tuo fototipo, nei primi giorni di esposizione è comunque indispensabile partire sempre con l’applicazione di una crema solare con un alto fattore di protezione per poi passare progressivamente ad un solare con un fattore di protezione minore in base alla carnagione.

  1. Proteggi dal sole i tuoi bambini

Bambini e neonati devono essere sempre protetti dal sole. Essi sono più sensibili agli effetti nocivi dei raggi UV perché la loro cute ha una minore capacità di produzione di melanina rispetto all’adulto. In più, le scottature solari riportate durante l’infanzia e l’adolescenza aumentano le probabilità di sviluppare tumori alla pelle in età adulta. Il consiglio, care mamme, è dunque quello di scegliere una crema protettiva con un fattore di protezione molto alto (SPF 50+) a prescindere da quale sia il fototipo. Fate sempre indossare al vostro bambino un cappello e una maglietta di cotone nelle ore più calde. Infine, i neonati non dovrebbero essere esposti al sole almeno fino ai primi 6 mesi di vita.

  1. Applica il solare prima di uscire di casa e più volte durante la giornata

Stando comodamente a casa non soltanto il solare può essere steso in maniera uniforme ma, applicato 30 minuti prima dell’esposizione, ha anche il tempo di essere efficacemente assorbito dalla pelle. Rinnova frequentemente l’applicazione (all’incirca ogni due ore). Riapplicalo in caso di esposizione prolungata, dopo aver fatto attività fisica, dopo aver usato l’asciugamano e dopo ogni bagno, anche nel caso in cui il flacone del prodotto riporti il claim “resistente all’acqua”.

  1. Spalma la giusta quantità di crema

Non basta soltanto scegliere la crema con il fattore di protezione solare (SPF) più alto per considerarci al sicuro dalle radiazioni. Come espressamente indicato dalla Raccomandazione della Commissione Europea sull’efficacia dei prodotti per la protezione solare,  la quantità di prodotto da applicare deve essere pari a 2 mg/cm2, corrispondente a 6 cucchiaini da tè di prodotto. Sii quindi generoso/a con la tua pelle. Applica il solare in abbondanti quantità perché soltanto così potrai godere della giusta protezione.

  1. Non esporti al sole nelle ore più calde della giornata

Qualsiasi prodotto solare non garantisce una protezione dai raggi UV al 100% (nessun solare può infatti vantare una protezione totale). Perciò va evitata il più possibile l’esposizione al sole dalle 11 alle 15, le ore più calde. Sarebbe bene limitare l’esposizione solare alle prime ore del mattino ed a quelle più tarde del pomeriggio. In queste ore infatti il sole ci abbronza e non provoca scottature.

  1. Spalma una crema solare protettiva anche se hai la pelle scura

Generalmente, chi ha la pelle scura tende a pensare di non avere bisogno di una crema protettiva. Non ci può essere niente di più sbagliato! Anche se chi ha la pelle tipicamente mediterranea o scura non corre il rischio di imbattersi in scottature solari e tende ad abbronzarsi rapidamente, è comunque fondamentale proteggersi dal sole perché le radiazioni solari provocano danni a lungo termine. Tali danni comprendono fotoinvecchiamento e carcinogenesi.

  1. L’ombrellone non garantisce una valida protezione dal sole

I raggi del sole, in particolare gli UVA, sono dotati di un elevato potere penetrante. E’ pertanto necessario spalmare la crema protettiva anche se si sta sotto l’ombrellone. Quest’ultimo infatti non rappresenta uno scudo efficace.

  1. Non rimanere sotto al sole per molto tempo

Anche se hai applicato la crema solare, soprattutto durante i primi giorni di vacanza, è bene che tu ti esponga al sole gradualmente e non per lunghi periodi di tempo. Aumenta a poco a poco il tempo di esposizione. Cosi facendo la pelle riuscirà a difendersi da sola dalle radiazioni con conseguente apparizione della tintarella. Se necessario, indossa abiti protettivi, occhiali da sole e cappelli per una protezione più adeguata, a maggior ragione se si rimane scoperti durante le ore più calde. Questo vale specialmente per chi ha la pelle chiara e per i bambini, la cui cute è più sensibile. Ricorda inoltre che, pur rimanendo all’ombra, sabbia, neve e acqua sono superfici in grado di riflettere le radiazioni solari. Fai quindi molta attenzione perché le scottature sono sempre in agguato!!

  1. Difendi la tua pelle dal sole se ti trovi ad alta quota

Chi trascorrerà le vacanze in montagna, chi pratica alpinismo o sci deve sempre usare un solare con un fattore di protezione alto o molto alto (SPF 50 o 50+). Ad alta quota il rischio di ustionarsi è maggiore.

  1. Fai attenzione al cielo nuvoloso e proteggi la tua cute dal sole tutto l’anno

Anche se il cielo è nuvoloso e non si sente sulla pelle il sole che scotta, non dimenticare di applicare la crema solare protettiva. Più della metà delle radiazioni riescono a passare attraverso le nubi raggiungendo la nostra pelle. Infine, ricorda che è importante applicare una crema protettiva solare tutto l’anno, soprattutto nelle zone del corpo più delicate e sempre esposte al sole (come, per esempio, il viso). Anche durante le stagioni più fredde i raggi UVA, a differenza degli UVB, mantengono la loro intensità e il loro potere penetrante, quindi la nostra cute è sempre a rischio!

 

Lascia un commento

*