Antiforfora: gli ingredienti che aiutano il cuoio capelluto

Nella maggior parte dei casi la forfora può essere tenuta a bada utilizzando prodotti formulati con ingredienti in grado di alleviare i sintomi.  Gli shampoo antiforfora devono infatti contenere ingredienti delicati, che non aggrediscano il cuoio capelluto, ad azione antimicotica, lenitiva, idratante, sebonormalizzante e con un pH neutro.

ingredienti degli shampoo antiforfora
ingredienti degli shampoo antiforfora

Quali sono i migliori ingredienti antiforfora?

Gli ingredienti antiforfora migliori, che possiamo facilmente rintracciare leggendo l’etichetta degli shampoo in commercio, sono:

  • Piroctone olamina (INCI: Piroctone Olamine)

    E’ comunemente usato nei prodotti antiforfora perché normalizza il ricambio cellulare ed è attivo contro i funghi. In particolare agisce contro Malassenzia furfur (il lievito coinvolto nell’eccessiva desquamazione e nell’irritazione del cuoio capelluto). Negli shampoo antiforfora viene usato a concentrazioni comprese tra 0.1 e 0.8%. E’ normale quindi non ritrovare questo ingrediente nei primi posti della lista degli ingredienti dello shampoo.

  • Zinco piritione (INCI: Zinc Pyritione)

    E’ un eccellente agente antiforfora impiegato negli shampoo per la sua attività antimicotica nei confronti di Malassenzia furfur. È importante che i prodotti che lo contengono non vengano a contatto con gli occhi: rispetto al piroctone infatti è meno delicato. Può essere usato negli shampoo antiforfora ad una concentrazione massima dell’1%.

  • Solfuro di selenio (INCI: Selenium Sulfide)

    Questo composto agisce efficacemente attenuando il prurito e agendo come antifungino. E’ un antiforfora molto potente usato per formulare shampoo specifici utili in caso di forfora più seria e in caso di dermatite seborroica. Potrebbe però causare reazioni allergiche e lo scolorimento dei capelli. Pertanto, deve essere usato con cautela e risciacquato accuratamente.

  • Bardana (INCI: Arctium minus)

    E’ un ingrediente di origine vegetale ricco di polifenoli. E’ usato negli shampoo antiforfora per la sua capacità di contrastare l’eccessiva produzione di sebo. Ingrediente da preferire nel caso di forfora grassa.

  • Tea tree oil (INCI: Melaleuca alternifolia)

    Viene estratto dai rami dell’albero Melaleuca alternifolia. E’ un ingrediente molto utile sia in caso di forfora secca che grassa dal momento che è un antimicrobico naturale ad ampio spettro. Agisce contro funghi, batteri ed è capace di eliminare le impurità dalla cute. Può essere usato frequentemente, ma in soggetti predisposti è responsabile di fenomeni allergici.

  • Spirea (INCI: Spirea Ulmaria Extract)

    Per la presenza dei flavonoidi, dei tannini e della vitamina C, ha azione lenitiva e decongestionante. Ciò fa si che sia un estratto naturale capace di attenuare i sintomi tipici della forfora.

  • Estratti di Limone (INCI: Citrus Medica Limonum Extract)

    Le sue proprietà astringenti e dermopurificanti lo rendono ideale soprattutto in caso di forfora grassa perché rimuove il sebo dal cuoio capelluto.

  • Estratti di Ortica (INCI: Urtica Dioica Extract)

    L’ortica ha proprietà astringenti, idratanti ed emollienti. E’ per questo un ingrediente naturale capace di detergere e purificare la cute e i capelli. E’ indicato soprattutto in caso di forfora grassa.

  • Estratti di Eucalipto (INCI: Eucaliptus Globulus Leaf Extract)

    Chi combatte contro la forfora deve fare i conti con prurito e irritazione. Questo ingrediente, aggiunto agli shampoo antiforfora, attenua tali sintomi e dona un senso di freschezza.

  • Estratti di Salvia (INCI: Salvia officinalis)

    Grazie alle sue proprietà dermopurificanti regola la produzione di sebo e riduce la formazione della forfora.

  • Estratti di Aloe vera (INCI: Aloe Bardensis)

    Gli shampoo formulati con questo ingrediente sono molto delicati in quanto tale estratto ha un effetto rigenerante e dona al cuoio capelluto sollievo dal prurito e dall’infiammazione.

Conclusioni

Gli shampoo antiforfora, proprio per gli ingredienti con i quali sono formulati, rappresentano dei validi alleati per ridurre la forfora e trattare il cuoio capelluto in maniera delicata ma efficace. È importante lasciare agire lo shampoo sui capelli per qualche minuto prima di risciacquarlo (aiutati con una spazzola per distribuirlo su tutte le lunghezze), asciugare i capelli con aria fredda e tenere sempre conto del fatto che, nei casi più gravi, gli shampoo e le lozioni antiforfora possono non essere efficaci pertanto consultare il dermatologo diventa la scelta migliore.

Precedente Combattere la forfora: le cose da fare e quelle da evitare Successivo Cute secca? Ecco l’alimentazione che fa per te

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.