Autunno, i rimedi per fermare la caduta occasionale dei capelli

Nel precedente articolo abbiamo conosciuto, nel dettaglio, i fattori che causano la caduta occasionale dei capelli. Tra questi fattori c’è l’arrivo dell’autunno, la dieta, lo stress, il sonno, ecc. Pur trattandosi di una perdita temporanea è fondamentale intervenire con un trattamento cosmetico adeguato: se infatti per alcune persone la caduta stagionale dei capelli può passare inosservata, per altre rappresenta una vera e propria catastrofe. Il trattamento consiste nello stimolare i capelli in fase di crescita per rinforzarli ed evitare che la caduta occasionale diventi molto abbondante. Il trattamento per la caduta non deve, infatti, agire sul capello che, ormai morto, sta per cadere ma sul nuovo capello in crescita.

caduta occasionale dei capelli

In questo articolo cercheremo di capire quale trattamento iniziare in caso di caduta stagionale o temporanea.

Se ci troviamo di fronte ad una caduta occasionale dei capelli dove, quindi, il volume della chioma resta invariato e non ci sono segni di diradamento, non dobbiamo allarmarci ma intervenire prontamente per far crescere sani i nuovi capelli. Ecco come…

Caduta occasionale: come lavare i capelli

Non cambiare né shampoo né la frequenza di lavaggio dei capelli. Se si tratta di una perdita momentanea dovuta al cambio di stagione, allo stress, all’alimentazione sbagliata o a sbalzi ormonali, sostituire i cosmetici usati quotidianamente per la cura dei capelli sarebbe inutile. Lo shampoo, per il breve tempo che resta sul cuoio capelluto, non influisce molto sul trattamento della caduta e per questo deve essere accompagnato dai rimedi naturali che ti proporrò a breve. Non serve a nulla neppure ridurre o aumentare i lavaggi. Lavare i capelli regolarmente (3-4 volte a settimana) non li fa cadere.

Neppure lavare i capelli tutti i giorni provoca la caduta. In casi specifici, per esempio se si fa uno sport o un lavoro che quotidianamente porta a sudare molto oppure in caso di capelli grassi, è necessario lavare la capigliatura tutti i giorni. Il sebo in eccesso e lo sporco infatti possono peggiorare la caduta e perciò lo shampoo va fatto con più frequenza. Lo shampoo da usare ogni giorno deve essere delicato e per questo ti consiglio di utilizzare il low(sham)poo o comunque uno shampoo contenente detergenti delicati.

Discorso diverso se la caduta occasionale è dovuta ad un trattamento aggressivo (per esempio decolorazione, stirature, ecc). In questo caso è indispensabile cambiare i prodotti  usati quotidianamente ed orientarsi su cosmetici estremamente delicati e nutrienti per riparare i capelli rovinati. Infine, non è necessario tagliare i capelli per contrastare la caduta. Bisogna tagliarli soltanto se sono molto rovinati e ci sono doppie punte.

Fai un impacco con olio di Ricino

Prima dello shampoo, applica a partire dalle radici l’olio di Ricino e fai un impacco. L’olio di ricino contiene un’alta percentuale di vitamina E, un potente antiossidante naturale. Da diversi studi scientifici è emersa una relazione tra perdita di capelli e stress ossidativo. L’olio di ricino, pertanto, è molto utile proprio per l’elevato contenuto di tocotrienoli e tocoferoli che contiene. Questi antiossidanti vanno a bloccare il processo di perossidazione lipidica responsabile dello stress ossidativo nel cuoio capelluto. I radicali liberi  infatti se non vengono bloccati aggrediscono i capelli causandone la caduta.

Ovviamente l’impacco non andrà ad arrestare completamente la perdita dei capelli, ma la ridurrà e soprattutto, grazie agli acidi grassi che contiene, nutrirà intensamente i capelli dalla radice. I capelli in fase di crescita saranno estremamente nutriti, fortificati e irrobustiti. Applica, dunque, l’olio con un leggero massaggio, tienilo in posa per almeno 10 minuti e poi lava normalmente i capelli. Ripeti l’impacco 2 volte a settimana. Per un’azione intensa puoi tenere l’impacco per una notte intera.

Aggiungi gli oli essenziali all’impacco pre-shampoo

Ti consiglio di aggiungere all’olio di Ricino, che userai per l’impacco, qualche goccia di olio essenziale di Pompelmo, Basilico o Salvia. Questi oli essenziali aiutano a stimolare la crescita dei capelli. Essi penetrano la cute restando in circolo per ben 72 ore perciò sono molto utili. Diluisci 8 gocce di olio essenziale ogni 3 cucchiai di olio di Ricino. Fai, però, attenzione quando usi gli oli essenziali perché potrebbero provocare irritazioni. Ricorda, infine, che non vanno mai usati puri ma sempre diluiti.

Applica una maschera all’olio di Argan

Dopo lo shampoo applica sui capelli umidi una maschera a base di olio di Argan e tienila in posa per 5 minuti. Questo olio è capace di penetrare in profondità e rinforzare la fibra capillare. Come l’olio di Ricino è ricco di antiossidanti ed è l’ingrediente perfetto per completare la tua haircare routine.  Esso stimola il bulbo pilifero e favorisce la crescita sana dei capelli. Usa la maschera all’olio di Argan al posto del balsamo.

Lievito di birra: il rimedio della nonna

Il lievito di birra contiene un’alta percentuale di minerali e vitamine preziose per la salute dei capelli e del cuoio capelluto. E’ particolarmente ricco di biotina (un tipo di vitamina B che serve a fornire l’energia necessaria per la buona crescita dei capelli) e per questo motivo, sia se consumato come alimento sia se applicato sui capelli, ne incrementa la densità. Sciogli, perciò, una bustina di lievito di birra secco in un bicchiere di acqua tiepida e passalo sui capelli per beneficiare delle sue proprietà.

Coccolati con un massaggio durante il lavaggio

Per far agire i prodotti applicati è necessario massaggiare delicatamente il cuoio capelluto per almeno 2 minuti e poi risciacquare accuratamente per non lasciare tracce dei prodotti. Eventuali residui, oltre ad appesantire la chioma, possono provocare prurito che, se intenso, porta all’irritazione del cuoio capelluto.

massaggio-cuoio-capelluto-caduta-occasionale-capelli
il massaggio attiva la microcircolazione sanguigna e stimola la crescita dei capelli

Il massaggio del cuoio capelluto è importantissimo perché, associato ai giusti prodotti cosmetici, riduce la caduta occasionale dei capelli. Un massaggio intenso infatti, oltre a far assorbire i cosmetici applicati, stimola il cuoio capelluto favorendo l’irrorazione sanguigna e quindi il nutrimento e l’ossigenazione necessaria per far crescere i capelli e mantenerli forti.

Lozioni anticaduta: si o no?

Le lozioni anticaduta non sono pozioni miracolose. Esistono sicuramente fiale ben formulate ma il loro uso deve essere accompagnato da altri prodotti e da una buona alimentazione. Le lozioni anticaduta possono essere d’aiuto, per esempio, se la caduta è dovuta a squilibri ormonali e in questo caso devono contenere  fitoestrogeni come gli isoflavoni o fitosteroli come il palmetto. Inoltre, le fiale per il trattamento della caduta occasionale dei capelli devono contenere vitamine (come biotina e niacina) e sostanze antiossidanti che rinforzino il capello in fase di crescita nutrendo il bulbo in modo che possa generare un nuovo capello più forte.

Non servono le lozioni che contengono soltanto ingredienti che raffreddano. Un trattamento a freddo ha solo azione astringente, tale azione è inutile perché il capello ormai morto cadrà lo stesso e quello in crescita non verrà nutrito. Devono invece contenere ingredienti che raffreddano e riscaldano (per esempio un’associazione di capsaicina + mentolo). Il mentolo è un vasocostrittore, la capsaicina è un vasodilatatore ed insieme agiscono regolando/riattivando la microcircolazione cutanea e favorendo la fase di crescita. Per ottenere buoni risultati il trattamento con le fiale deve durare almeno 3 mesi  e la lozione deve essere applicata sul cuoio capelluto più volte in una settimana.

Caduta occasionale dei capelli: i cibi che devi mangiare

Ci aiuterà a limitare la caduta occasionale dei capelli una sana alimentazione. In particolare, per contrastare la caduta, è necessario consumare abbondanti quantità di verdura e frutta. I fattori nutrizionali che sono stati riconosciuti essenziali nel prevenire la perdita dei capelli includono il ferro, lo zinco, la biotina e un aminoacido essenziale, la L-lisina. L’aminoacido lisina viene utilizzato insieme all’aminoacido metionina dal nostro corpo per produrre un altro importante aminoacido: la carnitina. Quest’ultimo serve a rinforzare i capelli.

cosa mangiare in caso di caduta occasionale dei capelli
i cibi da mangiare per rinforzare i capelli e prevenirne la caduta

Ma in quali alimenti sono contenute queste preziose sostanze? La carne rossa (principalmente la carne di cavallo), i legumi (soprattutto lenticchie) e il tuorlo d’uovo sono la fonte maggiore di ferro. Un consumo regolare e senza eccessi di questi alimenti assicura un buono stato di salute ed evita l’indebolimento dei capelli (ma anche delle unghie) e la conseguente caduta. Una carenza di ferro, infatti, può rendere fragile la chioma.

Arachidi, fagioli rossi, tonno e carne di maiale sono ricchi di vitamine del gruppo B.  Mangiarli ti aiuterà a rinforzare i capelli dalle radici e stimolerà la sintesi della cheratina.

Carne, uova, cereali, cacao e legumi contengono zinco, minerale che contribuisce alla produzione di cheratina (la proteina principale dei capelli). I legumi, in più, devono essere associati ai carboidrati per rifornire il nostro organismo di tutti gli aminoacidi essenziali.  Un buon piatto di pasta con fagioli, ceci o lenticchie assicura la giusta quantità di aminoacidi essenziali che servono a mantenere in salute i capelli. Oltre ai legumi sono ottime fonti di aminoacidi le uova e il pesce.

Prevengono la caduta e stimolano la crescita dei capelli anche le sostanze antiossidanti come il selenio, il β-carotene e la vitamina E. Anche in questo caso le uova sono fonte di vitamina E e selenio, quest’ultimo minerale si trova anche nel riso e nel mais. Il β-carotene è contenuto in tutti i frutti dal colore rosso-arancio. La vitamine E, invece, si trova pure nella frutta secca.

Quando ricorrere agli integratori alimentari?

Come hai potuto notare, variando ogni giorno i piatti che porti in tavola puoi assicurarti la giusta dose di nutrienti senza dover ricorrere agli integratori. Il ricorso agli integratori alimentari (da assumere per bocca) è giustificato soltanto se non è possibile seguire un’alimentazione corretta. Sono utili, per esempio, durante la menopausa o se si segue una dieta ipocalorica che priva l’organismo di nutrienti fondamentali.

Gli integratori, per essere efficaci e ridurre la perdita dei capelli, devono contenere gli ingredienti naturali di cui abbiamo appena discusso, ma anche sostanze che servono a produrre Glutatione, cioè un potentissimo antiossidante che combatte lo stress ossidativo. Da soli, però, non bastano: devono sempre essere associati ad un buon trattamento cosmetico. Solitamente si deve assumere 1 compressa al giorno per almeno 3 mesi. L’assunzione va ripetuta ciclicamente più volte all’anno (generalmente ogni cambio di stagione). Ricorda infine che gli integratori alimentari non devono sostituire una dieta sana ed equilibrata.

Per finire…

Non esistono trattamenti o lozioni/fiale anticaduta miracolosi che arrestano totalmente la caduta. Esistono cosmetici (come quelli che ti ho consigliato, ma anche altri) per il trattamento della caduta occasionale dei capelli molto validi. Sono, infatti, capaci di mantenere il pH del cuoio capelluto a livelli fisiologici (cioè 5.5), nutrire i bulbi piliferi e i capelli in crescita. Ovviamente questi prodotti da soli non bastano ma devono essere associati ad uno stile di vita corretto. Il segreto per una capigliatura sana sta nel trattare sempre con delicatezza la propria chioma, mangiare alimenti salutari e chiedere il consiglio di uno specialista se la caduta non si arresta dopo un paio di mesi o si nota una riduzione del volume.

Per sapere quando chiedere il consiglio del medico specialista in caso di caduta dei capelli, leggi: SOS caduta dei capelli: quando la caduta è temporanea

Se i miei consigli ti sono stati d’aiuto, condividili con le tue amiche attraverso i pulsanti social che trovi alla fine dell’articolo 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*