Capelli fragili e secchi? Arriva il balsamo lavante!

La nuova tendenza per capelli fragili o rovinati arriva dal Brasile e si chiama Co – wash (anche conosciuto come Low (Sham) Poo o No (Sham) Poo). Si tratta di un balsamo lavante del tutto innovativo che associa le caratteristiche del balsamo all’azione lavante, ma più delicata, dello shampoo. È ideale per i capelli colorati e che sono stati sottoposti a trattamenti aggressivi come la stiratura chimica e pertanto si presentano secchi, fragili e rovinati.

balsamo lavante, low shampoo
low (sham) poo per capelli tinti, ricci o crespi.

Cosa ha di diverso il balsamo lavante rispetto allo shampoo tradizionale?

La composizione del balsamo lavante è simile a quella di un balsamo tradizionale, la differenza sta nel fatto che il balsamo lavante contiene tensioattivi (cioè le sostanze responsabili della detersione). Ma se contiene tensioattivi, cosa lo differenzia da uno shampoo tradizionale? Ebbene, la differenza sta nel tipo di tensioattivo introdotto nel prodotto.

Nella maggior parte dei casi, gli shampoo tradizionali contengono solfati, ovvero tensioattivi aggressivi con un potere irritante abbastanza elevato e poco tollerati da molte persone. Esempi di solfati sono il Sodium Lauryl Sulfate e il più tollerabile Sodium Laureth Sulfate. I nuovi balsami lavanti, invece, sono formulati senza questi ingredienti ma con tensioattivi delicati che fanno poca o addirittura nessuna schiuma. Grazie alla loro delicatezza non rimuovono il colore e non seccano i capelli. I tensioattivi utilizzati sono infatti quelli appartenenti alla classe degli anfoacetati e degli anfopropionati. Quest’ultimi sono ben tollerati dal cuoio capelluto, formano una schiuma delicata e facilmente risciacquabile.

Il balsamo lavante si applica su tutti i capelli (dalle radici alle punte) come un normale shampoo. Si massaggia delicatamente per 1/2 minuti su tutta la chioma come fosse un normale shampoo e infine si risciacqua. Una volta risciacquato non c’è bisogno di applicare il tradizionale balsamo. Il low (sham) poo, infatti, oltre a lavare delicatamente, nutre intensamente i capelli rendendoli morbidi e lisci in un solo passaggio. Per un nutrimento più intenso, prima di risciacquare, si può lasciare il prodotto in posa per circa 3 minuti come fosse un tradizionale balsamo.

Low (sham) Poo: un sistema innovativo

In risposta alla sempre più crescente domanda, da parte dei consumatori, di prodotti privi di siliconi, il balsamo lavante può essere realizzato senza queste sostanze. Alcuni low (sham) poo vengono formulati con un sistema emulsionante innovativo basato su tensioattivi strutturati che consentono l’introduzione nel prodotto di una quantità di oli molto elevata, anche fino al 50%, senza dover pertanto ricorrere ai siliconi per ottenere capelli morbidi e lisci. Questo sistema innovativo prevede l’utilizzo di tensioattivi idrofobi come il Diethylhexyl Sodium Sulfosuccinate. Il risultato è un effetto lavante paragonabile a quello di un normale shampoo ma con una texture cremosa e piacevole.

I balsami lavanti rappresentano così la giusta alternativa agli shampoo 2 in 1 i quali, per un buon effetto condizionante e lisciante, richiedono l’uso di una notevole percentuale di siliconi. Grazie ai tensioattivi strutturati, invece, i low (sham) poo hanno elevate proprietà condizionanti ed un effetto naturale. Sono ideali soprattutto per i capelli ricci, crespi, molto danneggiati, estremamente secchi e fragili. Un po’ meno adatti tuttavia per i capelli sottili e molto lisci in quanto l’elevata quantità di oli introdotti può ridurre ulteriormente il volume.

Per chi è indicato il balsamo lavante?

A trarre maggiore beneficio dal low (sham) poo, come abbiamo già detto, sono i capelli trattati con le stirature chimiche, quelli sottoposti a continue tinte o trattamenti con colorazioni permanenti, i capelli ricci e crespi. Tutte situazioni dove il capello risulta danneggiato o si disidrata facilmente. Il balsamo lavante dunque dona morbidezza, idratazione, nutrimento e rende i capelli districati e facilmente pettinabili sia da umidi che da asciutti.

Quando va utilizzato il balsamo lavante?

Il balsamo lavante può essere utilizzato sempre e in qualsiasi momento dell’anno. In estate, però, quando per via del sole e dell’acqua di mare i capelli devono essere lavati tutti i giorni o quando, per via dell’attività fisica, devono essere detersi con molta frequenza, l’uso del low (sham) poo è particolarmente indicato grazie alla sua delicatezza. Nel caso invece di problemi del cuoio capelluto (come forfora, capelli grassi, caduta di capelli) si devono utilizzare cosmetici specifici per la propria tipologia di capelli da alternare al balsamo lavante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*