Depilazione delle ascelle: come evitare le irritazioni

La depilazione delle ascelle è un gesto che fa parte della cura del corpo sia delle donne che degli uomini. I peli delle ascelle non vengono rimossi soltanto per una questione estetica ma anche per ridurre il cattivo odore derivante dalla sudorazione, ovvero per questioni igieniche. Bisogna però porre molta attenzione alla rimozione dei peli perché la pelle delle ascelle è molto sensibile. In questo articolo vedremo come depilare le ascelle senza irritare la cute ma prima ne conosceremo la struttura per capire perché questa zona del corpo sia così delicata.

depilazione delle ascelle e struttura delle ascelle
(a) struttura delle ascelle (b) ciclo di irritazione cutanea innescato dalla depilazione delle ascelle

Struttura della cute ascellare

Le ascelle rappresentano una parte del corpo unica per la loro struttura e le loro proprietà biologiche. La cute ascellare comprende, infatti, un gran numero di follicoli piliferi, ghiandole sebacee e ghiandole sudoripare eccrine e apocrine.

Oltre ai differenti annessi cutanei, il cavo ascellare differisce dal resto del corpo per le sue funzioni di barriera. La quantità di acqua trans-epidermica persa è maggiore rispetto alle altre parti del corpo. Inoltre, le sostanze che compongono lo strato idrolipidico protettivo cutaneo sono diverse e questo le rende particolarmente sensibili. Vari studi hanno dimostrato che, rispetto ad altre zone corporee, a livello ascellare c’è un’elevata quantità di ceramidi, colesterolo ed acido lattico. Al contrario, c’è una quantità inferiore della componente idrofila, ovvero il fattore di idratazione naturale (NMF), che è fondamentale per mantenere la pelle idratata.

Per quanto riguarda il pH delle ascelle invece sono stati condotti diversi studi ma i risultati sono contrastanti. Alcune ricerche hanno dimostrato una differenza di pH tra uomo e donna: le donne avrebbero un pH più basso – quindi più acido – rispetto agli uomini. Secondo altri studi invece non esiste alcuna diversità di pH tra i due sessi.

Per via quindi del minore livello di idratazione e delle ridotte funzioni di barriera della cute ascellare, le ascelle meritano attenzioni particolari. Soprattutto durante la depilazione devono essere trattate con molta delicatezza rispetto ad altre parti del corpo.

Depilazione delle ascelle: come evitare disastri

In seguito alla rimozione dei peli, è molto frequente dover fare i conti con irritazioni, arrossamenti e prurito. Le varie tecniche di (d)epilazione possono infatti danneggiare la cute.

L’uso ripetitivo e scorretto di rasoio e ceretta comporta l’innescarsi di un ciclo irritativo e un indebolimento della barriera cutanea. Di conseguenza si manifestano secchezza e desquamazione.

Per avere sempre ascelle lisce e senza irritazioni bisogna dunque depilare questa zona così sensibile con attenzione. Ecco i miei consigli:

  1. Rispetta la pelle sensibile

    Se soffri di dermatite atopica e la tua cute è lesa, sospendi la depilazione e consulta il dermatologo per una soluzione adatta a te. Soprattutto il rasoio può causare ulteriori irritazioni in questo tipo di pelle.

  2. Butta il vecchio rasoio

    Non usare il rasoio contropelo e, prima di utilizzarlo, assicurati che sia pulito e nuovo.

  3. Segui il verso di crescita dei peli

    Sotto le ascelle i peli crescono in direzioni diverse. Questo vuol dire che la ceretta o il rasoio non devono essere usati seguendo un unico verso ma tenendo conto della crescita dei peli. In tal modo si eviterà di riapplicare la cera o ripassare il rasoio più volte sulla stessa zona e si otterrà una pelle liscia fin da subito senza irritazioni.

  4. Rivolgiti ad estetiste esperte e qualificate

    Se non sei pratica con la ceretta, affidati alla tua estetista di fiducia. Un uso scorretto può comportare lo strappo degli strati più superficiali della cute.

  5. Esfolia la pelle

    Esfolia la pelle il giorno prima della (d)epilazione delle ascelle per evitare la crescita di peli incarniti.

  6. Depila le ascelle sotto la doccia

    Se scegli il rasoio per la depilazione delle ascelle, non utilizzarlo sulla pelle asciutta. Usalo sulla cute bagnata e sotto la doccia in modo che l’acqua tiepida ammorbidisca i peli. Il sapone invece deve essere delicato e senza profumi.

  7. SI alla crema depilatoria

    Preferisci la crema depilatoria. Oltre ad essere una tecnica di depilazione delle ascelle rapida e indolore, se usata seguendo le istruzioni non presenta i rischi del rasoio. Sceglila in base alle tue esigenze. Esistono, difatti, creme depilatorie specifiche per pelli sensibili arricchite con ingredienti dalle proprietà lenitive come l’Aloe Vera. Prima di utilizzarla, per precauzione, applica la crema su una piccola parte delle ascelle per testare la reazione della pelle. Se dopo 24h non noti irritazioni procedi con la depilazione.

  8. SI ai deodoranti delicati

    Qualsiasi sia la tecnica scelta, dopo la depilazione asciuga bene e delicatamente le ascelle. Applica un deodorante delicato e non indossare magliette strette.

Conclusioni

Se in seguito alla depilazione delle ascelle ti sei provocata tagli o ferite, sospendi le successive depilazioni finché la pelle non si sarà nuovamente rigenerata e non applicare deodoranti. Per  aiutare la pelle a rigenerarsi ed alleviare il bruciore applica delle creme lenitive. Se l’irritazione e l’infiammazione con il tempo peggiora rivolgiti al tuo medico. Egli sarà in grado di valutare la gravità dell’infiammazione ed eventualmente prescrivere una pomata cortisonica.

Infine, se le irritazioni continuano a presentarsi nonostante tu abbia depilato con delicatezza le ascelle, probabilmente la tecnica di depilazione usata è incompatibile con la tua pelle. Dovrai pertanto capire quale metodo tra ceretta, rasoio o crema depilatoria provoca le irritazioni e, di conseguenza, non usarlo più ma sostituirlo con altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*