Pori dilatati: come contrastarli e renderli meno visibili

come contrastare i pori dilatati
come contrastare i pori dilatati

Cosa sono i pori dilatati e perché si formano?

I pori presenti sulla pelle sono delle piccole “cavità” da cui fuoriescono i peli ed il sebo prodotto dalle  ghiandole sebacee. È fondamentale la loro presenza perché il sebo che fuoriesce da questi canali ha una attività antimicrobica ed ammorbidente. Normalmente non sono percettibili. Tuttavia, fattori genetici, cattiva alimentazione, perdita di elasticità dovuta all’invecchiamento e all’azione del sole, sporcizia e cosmetici inadatti possono rendere più visibili i pori e per questo appariranno ingranditi. A “soffrire” di pori dilatati sono soprattutto coloro che hanno la pelle grassa o mista. Per questo la tipica zona T (fronte, naso e mento) e le guance saranno interessate da questo inestetismo.

Come contrastare i pori dilatati?

Una volta aumentata la loro dimensione, i pori non torneranno alla loro grandezza originaria. Potranno però essere resi meno evidenti e si potrà cercare di prevenire il loro ingrandimento. Vediamo come:

  1. Fondamentale è la pulizia. Detergi il viso mattina e sera per eliminare il trucco, le impurità accumulate durante il giorno (polvere, smog) ed il sebo in eccesso.
  2. Preferisci detergenti delicati. Pulisci il viso usando un’acqua micellare delicata o il latte detergente seguito rigirosamente da un tonico senza alcol. Il tonico dovrà essere arricchito da estratti vegetali come Hamamelis, Limone o Bardana dall’azione astringente. In alternativa puoi scegliere un trattamento esfoliante. Usa uno scrub o un gel detergente contenente acido salicilico, acido glicolico o Zafferano che purificano i pori, li restringono ed eliminano le cellule morte.
  3. Una volta a settimana fai una maschera all’argilla bianca o verde. Queste hanno proprietà assorbenti. Sono adatte se i pori dilatati sono causati dalla pelle grassa e si accompagnano ad una pelle dall’aspetto lucido.
  4. Usa sempre, dopo la pulizia, asciugamani puliti per ridurre la carica microbica.
  5. Completa il trattamento quotidiano con una crema. Deve essere idratante, non deve appesantire e non deve essere untuosa. Mantenere la cute pulita ed idratata ti aiuterà a prevenire la dilatazione dei pori e, anche nel caso della crema, sceglierne una a base di acido salicilico ti sarà di aiuto.

Come nascondere i pori dilatati con il trucco?

Se vuoi nascondere i pori dilatati con il trucco, scegli un make up oil free. Prima del fondotinta stendi un primer mat. Questo andrà ad opacizzare il viso, a minimizzare i pori dilatati e permetterà al trucco di durare più a lungo. Per quanto riguarda il fondotinta hai due alternative. Puoi sceglierne uno dalla texture fluida e mat (dovrai applicarne dapprima una piccola dose nella zona interessata dall’inestetismo, usando i polpastrelli o il pennello, e poi stenderne uno strato più generoso su tutto il viso e fissarlo con la cipria) oppure puoi sceglierne uno compatto.

Entrambi i fondotinta andranno a coprire i pori dilatati uniformando la pelle e opacizzandola. Puoi optare anche per un fondotinta minerale in polvere che contenga, per esempio, ossido di zinco. Esso tenderà a ridurre l’effetto lucido assorbendo l’eccesso di sebo e lasciando la pelle asciutta. Prediligi, infine, cosmetici per il make up che abbiano un fattore di protezione solare in modo da difendere la pelle del viso dall’azione dannosa dei raggi UV.

Cosa non bisogna assolutamente fare?

  • NON andare a dormire senza prima aver rimosso ogni traccia di trucco.
  • EVITA  le lampade solari e l’eccessiva esposizione al sole.
  • NO ad alcol, fumo, cibi piccanti e latticini in eccesso.
  • VIETATO l’uso di prodotti aggressivi e troppo sgrassanti.
  • NO ad un uso esagerato del make up.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*