Couperose: cos’è e cosa fare

trattamento cosmetico della couperose

trattamento cosmetico della couperose

Cos’è la couperose

La couperose è un inestetismo cutaneo comune che colpisce per lo più donne dalla pelle sensibile e secca. Si manifesta a livello delle guance, del naso e della fronte con chiazze rosse particolarmente intense (dette eritrosi) e vasodilatazione permanente dei capillari sottoepidermici (dette teleangectasie). Di conseguenza, in queste zone del viso sarà visibile una fitta e sottile rete violacea di capillari.

Le cause della couperose

Questa condizione è sicuramente legata ad una predisposizione genetica. Ne sono colpite quelle persone che, per familiarità, tendono a soffrire di fragilità capillare. Alcol, fumo, cibi piccanti, raggi UV, vento, freddo, stress e cosmetici inadeguati sono, invece, fattori che contribuiscono a peggiorare l’inestetismo.

Il  trattamento cosmetico della couperose

Il giusto trattamento cosmetico deve mirare a lenire i sintomi ed aiutare la pelle a ristabilire il suo normale equilibrio. I sintomi comprendono rossore, secchezza e prurito.

Detersione

La detersione rappresenta un gesto fondamentale della routine di cura della pelle che presenta questo inestetismo. Bisogna detergere e/o struccare il viso delicatamente utilizzando detergenti/struccanti non aggressivi (cioè privi di profumi, allergeni ed alcool). Scegli detergenti a risciacquo”, in caso di pelle ipersensibile (così da evitare che il prodotto resti a lungo sulla cute irritando maggiormente il viso). Usa invece prodotti “senza risciacquo” (come un’acqua micellare delicata) se l’acqua del rubinetto è molto dura e calcarea. Per completare la detersione vaporizza sul viso dell’acqua termale. Quest’ultima rinfrescherà e allevierà le fastidiose sensazioni di bruciore e prurito che accompagnano la couperose.

Idratazione

Dopo la detersione non bisogna dimenticare di applicare una crema per il viso idratante e protettiva,  arricchita con agenti fotoprotettori (per difendere la pelle dalle radiazioni solari). È importante prestare molta attenzione alla scelta della crema la quale non deve contenere solo sostanze idratanti come glicerina, sorbitolo, Burro di Karité, ecc, ma anche principi dall’azione lenitiva, disarrossante  e vasoprotettrice. Per aiutarti a scegliere la soluzione più adatta a te, ecco alcuni di questi principi, sia di origine sintetica che naturale, che potrai ricercare tra gli ingredienti della crema:

  • Allantoina: è un ingrediente che possiede azione lenitiva. Calma le irritazioni, il rossore e aiuta a riparare i danni cutanei.
  • Aloe e Malva: gli estratti di queste piante sono ampiamente utilizzati nella preparazione di cosmetici per pelli sensibili. Grazie alla loro azione idratante, lenitiva ed emolliente donano sollievo alla pelle secca ed infiammata.
  • Acido glicirretico: si ricava dalle radici della liquirizia. A livello della cute svolge un’azione antinfiammatoria. E’ un importante coadiuvante nei processi di riparazione della pelle. Per questo è utile come principio attivo in prodotti cosmetici destinati al trattamento della couperose.
  • α – bisabololo e pantenolo: il primo è contenuto nella Camomilla ed è un valido decongestionante e lenitivo. Il secondo è conosciuto per la sua capacità di riparare efficacemente la cute prevenendo le irritazioni.
  • Centella, Rusco e Ippocastano: sono sicuramente i derivati vegetali più importanti per la loro specifica azione vasoprotettrice. Essi riducono la permeabilità dei capillari, rinforzano la parete dei vasi e stimolano la sintesi di collagene proteggendo il viso dalla comparsa dei rossori.

Il make-up specifico per la couperose

Per completare il trattamento dermocosmetico quotidiano, è possibile coprire il rossore ed uniformare il colorito utilizzando un make-up ipoallergenico e per pelli sensibili. Per  un trucco perfetto, uniforme ed a lunga durata è necessario utilizzare un primer correttivo come base. Il primer aiuta a minimizzare le imperfezioni e, per farlo al meglio, va scelto nella variante contenente pigmenti verdi perché corregge gli inestetismi cutanei di colore rosso. Un altro modo per mascherare le imperfezioni tipiche della couperose è applicare con i polpastrelli un correttore verde prima del fondotinta nelle zone interessate dal rossore.

Una volta applicato il primer o il correttore, completa il camouflage applicando il fondotinta. Utilizza un pennello piatto o tampona con una spugnetta soprattutto le zone maggiormente interessate dalle imperfezioni. Il fondotinta da scegliere dovrà essere fluido, dalla texture leggera e, preferibilmente, con fattore di protezione solare (SPF) per proteggere la pelle del viso, già sensibile ed irritata, dall’azione nociva dei raggi solari.

Un’alternativa al fondotinta fluido, è il fondotinta compatto in crema. Esso è molto coprente e corregge efficacemente le discromie cutanee. Inoltre, poiché questo tipo di pelle generalmente si presenta secca, il fondotinta compatto in crema è l’ideale in quanto è ricco di sostanze lipidiche. Per completare e rifinire il make-up  si può applicare una cipria che aiuterà a fissare il fondotinta e la terra per delineare i lineamenti e donare al viso un effetto di naturale abbronzatura. Ovviamente, il make-up andrà soltanto a coprire l’inestetismo e non a correggerlo.

Consulta il dermatologo

Per stabilire con certezza quale deve essere il trattamento più adeguato è importante rivolgersi sempre al dermatologo. Il “semplice” trattamento cosmetico infatti è utile quando il rossore è transitorio e non c’è ancora un danno permanente. Serve ad alleviare i sintomi e prevenire un possibile peggioramento. Non è invece sufficiente a curare o risolvere definitivamente la couperose. E’ necessario dunque rivolgersi ad uno specialista che saprà valutare l’entità del problema, escludere altre malattie cutanee che comportano rossore del volto ed indirizzarvi al giusto trattamento dermocosmetico o ad un trattamento medico specifico come l’uso del laser o della luce pulsata.

Lascia un commento

*