Come leggere l’etichetta dei prodotti solari

Imparare a leggere l’etichetta dei prodotti solari è fondamentale perché ti consente di scegliere il prodotto migliore per la tua carnagione. Tutto ciò che è riportato in etichetta è regolamentato da leggi precise che garantiscono la sicurezza del prodotto ed il suo corretto utilizzo. Le indicazioni da riportare nell’etichetta dei solari devono seguire le Raccomandazioni della Commissione Europea del 22 settembre 2006 per quanto concerne le informazioni strettamente legate alla protezione dai raggi UV. In questo articolo ci concentreremo proprio su queste informazioni che sono necessarie e ti consentiranno di leggere ed interpretare chiaramente l’etichetta. Il pack cosmetico, poi, deve riportare anche tutte le informazioni previste dalla legge di cui ti ho parlato in quest’altro articolo.

Capiamo ed interpretiamo l’etichetta dei prodotti solari

Come per tutti i cosmetici, anche nei solari ogni simbolo, dicitura, claim ed indicazione presente in etichetta assume un significato e una funzione ben precisa. Niente è lasciato al caso ed ogni cosa ha un senso. L’etichettatura deve essere semplice e comprensibile al fine di agevolare la scelta del cosmetico. Le informazioni essenziali devono necessariamente essere riportate sul packaging primario; mentre quelle più dettagliate e complementari possono essere riportate nell’imballaggio secondario. Vediamo di capirci di più su come leggere l’etichetta dei prodotti solari…

Categorie di Protezione

Bassa, Media, Alta, Molto Alta. Sull’etichetta troverai una di queste quattro categorie di protezione che indicano il livello di protezione offerto dal prodotto contro i raggi UVB. Ogni categoria comprende dei valori numerici che troverai riportati sulla parte frontale dell’etichetta accompagnati dalla sigla SPF (Sun Protection Factor). Un SPF 6 o 10 corrisponderà ad una protezione bassa. La protezione media avrà come valori 15, 20 o 25. Se la protezione è alta il valore SPF sarà 30 o 50. Infine, un SPF 50+ garantirà una protezione molto altaAssicurati di scegliere la categoria più adatta alle tue esigenze, considerando il tuo tipo di pelle e il grado di esposizione solare. Non tutte le protezioni solari, inoltre, proteggono necessariamente dai raggi UVA. Il valore SPF si riferisce esclusivamente alla protezione dai raggi UVB.

Protezione dai Raggi UVA

Se cerchi un solare ad ampio spettro d’azione (ti consiglio di prediligere sempre questa opzione), allora osserva bene l’etichetta: oltre al numero SPF ci deve essere il simbolo di un cerchio con all’interno la sigla UVA (queste informazioni le trovi sul fronte dell’etichetta). Questi raggi sono responsabili dell’invecchiamento precoce della pelle e possono contribuire allo sviluppo del cancro della pelle. Assicurati che il prodotto offra una protezione equilibrata, ovvero contro i raggi UVB, UVA e possibilmente anche dai raggi infrarossi (IR). Nel caso degli infrarossi troverai la sigla “IR” solitamente sulla parte frontale dell’etichetta.

simboli dell'etichetta dei cosmetici
cerca questo simbolo in etichetta quando acquisti un solare

Oltre a saper leggere l’etichetta dei solari devi anche conoscere alcuni dettagli fondamentali. Tieni bene a mente, infatti, che il valore SPF fa riferimento solo ai raggi UVB, quindi una protezione 30, per esempio, non equivarrà ad uno stesso livello di protezione nei confronti degli UVA. Un solare che protegge anche dagli UVA garantisce un livello di protezione pari ad 1/3 della protezione UVB. Nel caso di SPF 30 quindi, potremmo affermare di avere una protezione 10 nei confronti degli UVA. Altro motivo, quindi, per preferire sempre una protezione solare molto alta a prescindere dalla carnagione.

Consigli ed Istruzioni d’Uso

Sul retro dell’etichetta devono essere presenti le modalità d’uso. Segui attentamente le istruzioni. Queste includono quando e come applicare il prodotto e con quale frequenza riapplicarlo. In più, attraverso un pittogramma, una dicitura o una misura deve essere indicata la quantità di prodotto da applicare affinché esso garantisca una protezione efficace. Ti consiglio di seguire attentamente le istruzioni e di leggere la mia guida alla corretta protezione solare. Diversamente, anche se hai acquistato un solare ad ampio spettro e con alto SPF potresti comunque incorrere in eritemi, ustioni ed altri danni a breve e lungo termine. Tornando all’etichetta dei prodotti solari, ti ho detto che devono essere riportate le tempistiche di riapplicazione, queste solitamente equivalgono ad una riapplicazione ogni 2 ore ma possono essere anche più ravvicinate in base all’attività praticata (ed al livello di sudorazione), al fototipo ed alla frequenza dei bagni in mare.

E’ raccomandata l’aggiunta di informazioni che includono avvertimenti sui rischi legati all’eccessiva esposizione ai raggi UV e consigli sulla scelta del prodotto adatto al tuo tipo di pelle e al livello di esposizione solare.

come leggere etichetta solari
le informazioni che devono essere riportate sul retro dell’etichetta

Avvertenze e Precauzioni

Anche le avvertenze e le precauzioni puoi trovarle sul retro del cosmetico. Leggile con attenzione. Queste informazioni ti avvertono sui limiti del prodotto e su come utilizzarlo in modo sicuro ed efficace. Ad esempio, potrebbero consigliare di evitare l’esposizione al sole prolungata, indicare le ore in cui evitare il sole diretto o di tenere i bambini piccoli al riparo dalla luce diretta del sole. Ancora l’etichetta dovrebbe riportare i rischi derivanti dall’applicazione di un quantitativo di prodotto ridotto e non sufficiente. Nonché la raccomandazione di riapplicare il solare dopo il bagno anche se l’etichetta dichiara che il cosmetico è “resistente all’acqua”. Da non sottovalutare le indicazioni su come conservare il solare: ovvero al riparo da fonti di calore, luce ed umidità.

Per i bambini

Se un solare è specifico per i bambini o i neonati sarà dichiarato in etichetta. Sulla parte frontale dell’etichetta sarà riportata la dicitura “Kids” e la grafica sarà più “giocosa” oppure sarà presente la dicitura “Pediatricamente testata”. Sul retro, invece, sarà specificata dovrà essere specificata la fascia d’età.

etichetta solari bambini
esempio di etichetta di un solare per bambini

Categoria di protezione, SPF e avvertenze principali devono essere necessariamente riportare sul pack primario (quello a diretto contatto col prodotto), le altre info possono figurare nel pack secondario. 

Potranno essere presenti, inoltre, informazioni aggiuntive riguardanti la texture, la capacità di resistere all’acqua, la capacità “anti-sabbia”, i test effettuati o dichiarazioni ecofriendly.

Cosa NON deve esserci in etichetta

Saper leggere l’etichetta dei prodotti solari ti aiuterà a comprendere le furiate del marketing. Presta attenzioni alle indicazioni “acchiappa-clienti”, ovvero quelle informazioni che non sono previste dal regolamento cosmetico ma che il marketing utilizza per far passare un prodotto come migliore rispetto ad altri. In particolare, trattandosi di prodotti solari, fai attenzione a tutti quei claim che fanno supporre una protezione dal sole totale. Dichiarazioni come “schermo totale“, “protezione totale” o un SPF 100 (che può facilmente indurre a pensare ad una protezione totale) non dovrebbero essere utilizzate. Nessun solare, in nessun caso, è in grado di proteggere da sole al 100%.

Attenzione al PaO

Il PaO è un’indicazione che trovi in tutti i cosmetici, compresi i solari. Ci tengo a ricordarti, però, la sua importanza proprio nei cosmetici per la protezione dal sole perché devi essere molto rigorosa con i mesi indicati dal PaO. Se per un’altra tipologia di cosmetico (correttamente usato e conservato) puoi prolungare l’uso anche una volta superati i mesi indicati in etichetta dalla prima apertura, per i solari no. I solari contengono filtri UV che si degradano facilmente  e chissà quante volte l’hai già messo a dura prova quando sbadatamente lo hai lasciato sotto il sole al mare! Un solare scaduto è un solare che non svolge più la sua funzione protettiva correttamente o come indicato in etichetta, quindi sostituiscilo una volta superati i mesi riportati. Tipicamente 12 mesi se correttamente conservato. Se non ricordi quando l’hai aperto, annota sul tappo la data di prima apertura così da non sbagliare.

etichetta dei cosmetici: pao e durata minima
etichetta dei solari: il simbolo del PaO che devi trovare sul retro dell’etichetta

Ricorda: saper leggere l’etichetta dei solari è uno dei primi passi da muovere verso un’esposizione al sole consapevole. Una corretta protezione solare è essenziale per mantenere la tua pelle sana e protetta dagli effetti dannosi del sole. Scegli il prodotto giusto per te e goditi il sole in modo sicuro! Condividi l’articolo con chi vuoi tu e passa a trovarci sui social Instagram e Facebook.