Gel e cera per capelli: cosa contengono, differenze e come sceglierli

Il buon vecchio gel dall’effetto bagnato o la cera? Cera ad acqua o grassa per un effetto naturale? Quale cosmetico per lo styling fa al caso tuo? Tutto inizia dalla formula: in base agli ingredienti che contiene il gel e la cera per capelli avranno precise caratteristiche che li renderanno adatti ad un tipo di capelli piuttosto che ad un altro.

Gel: la formula base di uno dei cosmetici per lo styling più usato dagli uomini

Diversamente dalla cera per capelli, i gel sono cosmetici per lo styling a base principalmente di Carbomer (o polimeri acrilici). A differenza delle mousse non contengono né tensioattivi né gas propellenti. I carbomer sono ingredienti di sintesi utilizzati per ottenere gel trasparenti. Sono molto impiegati perché sono ingredienti economici, non appiccicosi, non appesantiscono i capelli e rendono il cosmetico piacevole da applicare perché non lasciano residui.

L’azione modellante e fissante dei gel è dovuta agli ingredienti idrofobici che formano un film lucido e trasparente che riveste il capello. Lo strato che si forma sostiene la pettinatura e ne aumenta la tenuta. Gli ingredienti più usati per tale scopo sono il PVP (INCI: Polyvinylpirrolidone), il PVA ed il Polyquaternium 4Il PVP forma una sottile pellicola che rende rigidi i capelli, permette di ottenere un buon fissaggio ed è responsabile dell’effetto “bagnato” tipico dei gel. In alcuni casi l’effetto bagnato dei gel è dato dalla glicerina e/o dal sorbitolo.

gel e cera styling capelli_gel tenuta estrema
gel tenuta estrema

Esistono vari tipi di PVP e non tutti sono resistenti all’acqua. Le forme di PVP utilizzate sono il K90 e il K30. Il primo offre una buona tenuta in condizioni climatiche normali ma non in caso di umidità. Il PVP K30, al contrario, formando una sottile pellicola, protegge i capelli anche in condizioni di pioggia ed elevata umidità impedendogli di diventare crespi. Per questa sua caratteristica il PVP K30 è molto usato anche nella formulazione delle mousse.

Il Polyquaternium 4, anch’esso resistente all’umidità e di origine sintetica, è un copolimero adatto soprattutto alle mousse e ai gel. Il PVA (INCI: Polyvinyl acetate) è resistente all’umidità ma non è caratterizzato da una forte tenuta pertanto viene generalmente associato al PVP: insieme rendono il gel resistente all’umidità e con un ottimo potere fissante.

Non solo ingredienti fissanti…

Nei gel per capelli si possono trovare anche siliconi, per esempio il Dimethiconol. E’ una gomma siliconica che ha un potere filmogeno elevato. Avvolge la fibra del capello formando uno strato elastico. I siliconi vengono molte volte associati al PVP in modo da proteggere la molecola dall’umidità evitando così che i capelli si scompiglino e diventino crespi. La natura chimica di questi ingredienti non deve preoccupare: i capelli non “soffocano” e non si rovinano. Si tratta infatti di ingredienti sicuri che ad ogni lavaggio vengono rimossi dal capello. Ciò a cui bisogna fare attenzione sono le dosi: non serve usare elevate quantità di gel. Questo accorgimento non vale soltanto per i gel ma per tutti i cosmetici per lo styling.

Anche in fatto di gel esistono le versioni bio. Nei gel di origine naturale gli ingredienti modellanti sintetici sono sostituiti da gomme con proprietà gelificanti: Xanthan gum e Dehydroxanthan Gum le più usate.

Cera: alla scoperta di uno dei più moderni cosmetici per lo styling

La cera serve a modellare i capelli e, diversamente dai gel, non ha potere fissante. Proprio perché non ha potere fissante tra i suoi ingredienti non ci sono le sostanze fissanti tipiche del gel. Nella cera, per esempio, non troviamo PVP o PVA. Tali ingredienti sono però introdotti nelle cere-gel. Ovvero “cere” in cui sono associate l’azione modellante e il finish lucente della cera e le capacità fissanti del gel.

Le classiche cere modellanti contengono ingredienti modellanti appunto e filmanti come il VP/VA Copolymer che salvaguarda la piega dall’umidità. Contengono emulsionanti come i Ceteareth (2, 30 o 25), gli Oleth (20, 10 o 5) o Hydrogenated coco-glycerides. Le cere ad acqua contengono Glicerina e Propylene glycolLa glicerina tra le tante  proprietà assorbe l’umidità ed è idratante. Nelle cere ad acqua è responsabile anche dell’effetto bagnato e della lucentezza. Ha, però, il difetto di essere appiccicosa se usata a concentrazioni elevate. Il propylene glycol, come la glicerina, assorbe l’umidità e serve a migliorare l’elasticità dei capelli.

cosmetici per lo styling_cera matt
cosmetici per lo styling_cera matt

In base alla cera scelta si possono trovare nella formula anche ingredienti emollienti (per esempio il Dicaprylyl Carbonate), filtri UV, aminoacidi, burro di Karitè, olio di semi di Lino (o altri oli vegetali per un tocco morbido) e pantenolo per una protezione dai danni, maggiore idratazione e finish luminoso. Nelle cere di origine naturale, invece, ingredienti modellanti molto usati sono la cera d’api (INCI: Cera Alba), il burro di cacao e l’olio di Cocco. Questi ingredienti sono allo stesso tempo modellanti, volumizzanti, nutrienti e ammorbidenti.

Il Titanium Dioxide ti aiuta ad identificare le cere mat: esso viene usato per dare opacità. Anche l’argilla è un altro valido ingrediente delle cere mat. Quelle cere cioè caratterizzate da un finish opaco ed un effetto naturale. In particolare l’argilla bianca (INCI: Kaolin) opacizza, dona corpo, definizione e volume ai capelli.

Ulteriori differenze…

Oltre agli ingredienti presenti nella formula della cera, puoi riconoscere una cera ad acqua da una opacizzante anche dal colore. Generalmente le cere ad acqua sono trasparenti mentre quelle opache sono bianche. Non è difficile però trovare cere mat colorate.

Per quali tipologie di capelli sono adatti il gel e la cera? Scoprilo qui e non dimenticare di seguirci sui social Instagram e Facebook! Condividi l’articolo se l’hai trovato interessante e partecipa alle “discussioni di bellezza” iscrivendoti al nostro gruppo Facebook.