Gli ingredienti dei deodoranti e il loro meccanismo d’azione

Il deodorante è certamente un cosmetico utilissimo, la sua scoperta ha rivoluzionato il mondo della cosmesi e dell’igiene personale. Grazie al deodorante è stato risolto uno dei problemi più imbarazzanti: l’odore di sudore. Non tutti i deodoranti, tuttavia, sono uguali, non hanno lo stesso inci, né agiscono secondo il medesimo meccanismo d’azione. Alcuni sono più forti ed efficaci, altri meno. Per scegliere il deodorante perfetto è necessario capire come agiscono: soltanto così potrai acquistare il cosmetico più adatto alle tue esigenze. In questo articolo scoprirai quali sono gli ingredienti ad azione deodorante più usati e cercandole nel tuo prodotto preferito potrai capire secondo quale meccanismo funzionano.

Tratteremo a parte, invece, quegli ingredienti che agiscono sconvolgendo i fisiologici processi cutanei, ovvero gli antitrapiranti e gli antimicrobici. Meritano una classificazione a parte e non possono dirsi deodoranti nel senso stretto del termine in quanto non liberano dal cattivo odore ma bloccano a monte il meccanismo della sudorazione o l’azione della flora batterica cutanea.

Il meccanismo d’azione e l’INCI dei deodoranti

Le modalità d’azione anti-odore sono: antitraspirante, antimicrobica, coprente, antiossidante, antienzimatica e adsorbente. Il compito del deodorante è eliminare o correggere gli odori sgradevoli: ingredienti antiossidanti, antienzimatici, coprenti, adsorbenti svolgono questa azione e quindi i prodotti che li contengono possono certamente dirsi deodoranti. 

Deodoranti ad azione coprente

Gli ingredienti coprenti sono i profumi e agiscono coprendo, appunto, il cattivo odore che si forma sudando. Un’alta percentuale di profumi e la presenza di varie fragranze dal buon odore sono in grado di mascherare la puzza di sudore.  Da soli, però, non sono in grado di garantire un’azione deodorante persistente, pertanto devono essere accompagnati da altre categorie di ingredienti deodoranti. Nell’inci dei deodoranti le sostanze coprenti sono indicati con la parola “Parfum” oppure sarà riportato il nome delle sostanze profumate se si tratta di allergeni del profumo (per esempio LimoneneGeraniolCitronellol, ecc) o di fragranze di origine vegetale (per esempio l’olio essenziale di eucalipto, Eucalyptus Globulus Leaf Oil)

deodoranti ad Azione antiossidante

I deodoranti a base di antiossidanti ritardano l’insorgenza del cattivo odore perché, appunto, impediscono l’ossidazione del sudore. Gli antiossidanti più usati sono BHA, BHT, vitamina E (inci: Tocopheryl Acetate) e vitamina C (inci: Ascorbyl Palmitate). Gli ultimi due sono quelli che consiglio di cercare nell’INCI: sono naturali, non sono inquinanti e non rischiano di causare irritazione alle pelli più sensibili. 

Deodoranti ad azione antienzimatica

I deodoranti a base di antienzimatici agiscono bloccando l’attività degli enzimi responsabili della formazione del cattivo odore. L’ingrediente antienzimatico più usato ed efficace è il Triethyl CitrateInsieme agli antiossidanti ed alle sostanze adsorbenti (che vedremo di seguito) sono la tipologia di ingredienti migliore per garantire una buona efficacia senza rinunciare ad un meccanismo d’azione naturale e rispettoso dei processi fisiologici. 

inci dei deodoranti
deodorante senza sali di alluminio né alcol, mantiene le ascelle profumate grazie alla presenza di antienzimatici, antiossidanti e profumo.

Deodoranti adsorbenti

I deodoranti a base di adsorbenti funzionano assorbendo il sudore e impedendogli, così, di diventare maleodorante. Svolgono un’azione adsorbente le polveri o le perle assorbenti derivati dal sale di zinco (INCI: Zinc Ricinoleate). Nell’inci è possibile trovare varie polveri assorbenti: talco (Talc), silice (Silica), minerali argillosi modificati (Stearalkonium Bentonite, Disteardimonium Hectorite), amido (Oryza Sativa Starch), Perlite e, ancora, derivati dello zinco (Zinc PCA, Zinc Oxide).

Tutte queste azioni possono essere combinate in uno stesso prodotto per creare deodoranti più o meno efficienti. Il vantaggio di tali categorie di ingredienti è che non intaccano il naturale processo di sudorazione e non alterano la flora batterica. Tali categorie di ingredienti, in linea generale, rispettano la cute e possono essere usati anche dopo la depilazione, sulle pelli più sensibili, atopiche o che si irritano facilmente. 

Nel prossimo articolo, come già annunciato, scoprirai come agiscono i deodoranti ad azione antimicrobica ed antitraspirante e come riconoscerli dall’INCI. Nel frattempo leggi gli altri articoli (usando il tasto cerca 🔍 puoi cercare l’argomento di tuo interesse) e seguici sui canali social: Instagram e Facebook. Qui troverai tante pillole di Cosmetologia, ovvero curiosità sul benessere di pelle e capelli.  😎