Lozioni anticaduta: quali utilizzare per arrestare la caduta dei capelli

La caduta dei capelli è un fenomeno che colpisce uomini e donne. Gli uomini ne sono interessati maggiormente perché hanno una capigliatura meno spessa e resistente delle donne ed una ricrescita più lenta. Oltre alle differenze anatomiche, i fattori che determinano la caduta sono tantissimi ed un ruolo chiave è svolto dalla genetica e dai fattori ormonali. In base alla causa, la caduta può essere temporanea o persistente e portare alla calvizie. Ricercare il motivo che porta alla caduta dei capelli è fondamentale per scegliere i cosmetici ed i trattamenti giusti: le lozioni anticaduta, infatti, non sono sempre necessarie.

Questo articolo nasce dalla volontà di fare chiarezza e dare una risposta a tutti coloro che hanno dubbi sulla reale efficacia delle fiale e delle lozioni anticaduta in commercio. Molto spesso chi li acquista non ha competenze in materia di Cosmetologia ed è facile sbagliare e non ottenere risultati perché ci si affida a  pubblicità fuorvianti ed a rivenditori furbetti. Prima di acquistare un set di fiale o una lozione devi capire di cosa ha bisogno il cuoio capelluto. 

Lozioni anticaduta: si o no?

Innanzitutto è bene chiarire che le lozioni anticaduta non sono pozioni miracolose. Esistono sicuramente fiale ben formulate in grado di favorire la crescita ed intervenire riducendo i processi responsabili della caduta dei capelli. Il loro uso, però, deve essere accompagnato da altri prodotti cosmetici (o da cure dermatologiche nei casi gravi) e da una buona alimentazione. Nessuna lozione e nessun cosmetico (anche quelli specifici per la caduta) possono bloccare completamente la perdita dei capelli. Se si agisce precocemente o con un trattamento completo ed efficace è possibile limitare la caduta e stimolare la crescita. Tuttavia se c’è una predisposizione familiare o se i bulbi piliferi sono morti serviranno a nulla.

Le lozioni (o fiale) anticaduta sono cosmetici da usare sia in caso di telogen effluvium quindi una caduta occasionale (ovvero quando si instaura uno squilibrio che altera il ciclo di crescita per via di fattori passeggeri, quali brevi periodi di stress, smog, fattori atmosferici avversi, assunzione di farmaci, stress intensi). Sia quando si nota diradamento e la caduta è dovuta a fattori ormonali che non si risolvono in poco tempo. In base al tipo di caduta devono contenere ingredienti funzionali precisi.

Non sono invece necessarie in caso di caduta temporanea dovuta a carenze alimentari, all’uso di cosmetici aggressivi, all’eccessivo uso della piastra o al cambio di stagione. In questi casi, infatti, seguire un’alimentazione equilibrata ed utilizzare buoni shampoo, balsami e maschere delicati ed a base di ginseng o estratti stimolanti basteranno a rinforzare i capelli indeboliti. Evitare i trattamenti chimici aggressivi e l’uso smoderato della piastra e dei cosmetici per lo styling sarà anche un’ottima scelta. Bisogna poi diffidare di shampoo e balsami pubblicizzati e venduti come anticaduta. Questo genere di cosmetici possono contenere ingredienti funzionali rinforzanti o nutrienti ma che non bloccano la caduta.

i principi attivi che devono contenere le fiale per la caduta occasionale

Le fiale per il trattamento della caduta occasionale dei capelli devono contenere un mix di vitamine (come biotina, pantenolo e niacina), aminoacidi (come l’arginina), sostanze antiossidanti (come il resveratrolo), estratti vegetali stimolanti (come cellule staminali vegetali, il caffè o il ginseng), ingredienti nutrienti nonché oli essenziali che stimolano la crescita (come Basilico, Salvia, Pompelmo). Tali sostanze rinforzano il capello in fase di crescita nutrendo il bulbo in modo che possa generare un nuovo capello più forte ed impedire ai radicali liberi di far invecchiare il bulbo precocemente. Una molecola innovativa, perfetta per sostenere la crescita dei capelli in caso di caduta occasionale e temporanea, è il Diaminopyrimidine oxide. Si tratta di un attivo che stimola la fase anagen (cioè la fase di crescita), rinforza la radice e rende più spessi i capelli. 

trattamento-intensivo-anticaduta-per-lei
trattamento intensivo anticaduta per lei

Inoltre, poiché uno dei fattori di cui risente il normale ciclo di crescita dei capelli è l’alterazione della microcircolazione cutanea, le lozioni devono contenere sostanze che regolano la vascolarizzazione del cuoio capelluto apportando la giusta quantità di nutrienti al bulbo ed al capello. Per far ciò non servono le fiale che contengono soltanto ingredienti che “raffreddano”. Un trattamento a freddo ha solo azione astringente, tale azione da sola è inutile perché il capello ormai morto prematuramente cadrà lo stesso e quello in crescita non verrà nutrito. Devono, invece, contenere ingredienti che raffreddano e riscaldano normalizzando la microcircolazione locale a livello del cuoio capelluto. Molto utile, a questo proposito, è l’associazione di capsaicina + mentolo. Il mentolo è un vasocostrittore, la capsaicina è un vasodilatatore: insieme agiscono regolando/riattivando la microcircolazione cutanea e favorendo la fase di crescita. Molti oli essenziali svolgono medesima azione.

Tutte queste sostanze funzionali devono essere presenti sia nelle fiale per uomo che in quelle per donna. Sia nelle lozioni per la caduta occasionale sia in quelle per la caduta progressiva.

I principi attivi che devono contenere le fiale per la caduta progressiva

Quando la caduta non si arresta dopo 2-3 mesi e si nota assottigliamento dei capelli e diradamento allora è il caso di rivolgersi ad uno specialista. Nei casi seri, infatti, le lozioni possono solo agire come coadiuvanti stimolando l’attività dei bulbi ancora attivi ed inibendo l’enzima 5-alfa reduttasi. I capelli, infatti, possono cadere quando, per via di una predisposizione genetica, l’enzima 5-alfa reduttasi trasforma il testosterone in DHT, cioè il metabolita attivo del testosterone che provoca la morte dei bulbi, l’indebolimento, l’assottigliamento ed infine la caduta dei capelli. Questo meccanismo prende il nome di alopecia androgenetica e si manifesta prevalentemente negli uomini. Ingredienti che inibiscono l’enzima sono l’acido azelaico, l’olio di palma nana – il famoso palmetto – (nome INCI Serenoa repens Oil), il tè verde e l’ortica. Tutte sostanze vegetali ricche di fitosteroli.

lozione anticaduta per uomo
lozione anticaduta coadiuvante e preventiva per uomo

Possono beneficiare dell’olio di palma nana anche le donne che presentano una perdita persistente dei capelli dovuta a squilibri ormonali (come quelli che si verificano in menopausa). In questo caso molto utili sono anche le lozioni a base di estratti di soia (ricchi di fitoestrogeni). Non è necessario ricorrere a fiale e lozioni quando la perdita dei capelli si verifica nel post-parto. Gli squilibri ormonali che si manifestano in questo periodo della vita di una donna, infatti, si risolvono spontaneamente se non intervengono altri fattori.

In entrambi i casi le lozioni rappresentano, tuttavia, un trattamento cosmetico di supporto (non risolutivo) utile soprattutto come prevenzione e se l’alopecia inizia a manifestarsi in età precoce. Trattamenti dermatologici e farmacologici devono essere prediletti. Gli ingredienti che inibiscono l’enzima 5-alfa reduttasi e quelli che contengono fitoestrogeni non devono essere presenti nelle lozioni per la caduta temporanea. 

Lozioni anticaduta per gli uomini e per le donne: differenze

Uomini e donne non hanno le stesse esigenze. Mentre negli uomini è più frequente l’alopecia androgenetica, nelle donne la caduta (soprattutto quella che si manifesta nella giovane età) è generalmente di tipo occasionale, dovuta a fattori passeggeri. Inoltre, il cuoio capelluto degli uomini si caratterizza solitamente per un’eccessiva produzione di sebo.

Per questi motivi le lozioni anticaduta specifiche per gli uomini non sono adatte al gentil sesso e devono avere una formulazione diversa. Le fiale per gli uomini oltre agli ingredienti che bloccano l’enzima 5-alfa reduttasi, devono contenere ingredienti sebonormalizzanti (come il Piroctone olamine o estratti vegetali sebonormalizzanti).

L’alcol nelle lozioni anticaduta

L’alcol denaturato non è ben visto nei cosmetici. Ha i suoi pregi ed i suoi difetti. Nelle fiale anticaduta è un ingrediente fondamentale (infatti lo troverai sempre al secondo posto dell’INCI, subito dopo l’acqua). E’ fondamentale perché favorisce la penetrazione degli attivi e la vasodilatazione a livello locale.

frequenza di applicazione delle lozioni anticaduta

Per ottenere buoni risultati il trattamento con le fiale deve durare almeno 3 mesi. La lozione deve essere applicata sul cuoio capelluto più volte in una settimana. Il trattamento va ripetuto 1 o 2 volte all’anno, ma frequenza e dosaggio sono variabili quindi segui sempre i consigli in etichetta. Un massaggio al cuoio capelluto durante l’applicazione, invece, migliora sempre l’assorbimento del prodotto.

Vuoi sapere se una lozione anticaduta fa al caso tuo e se ha un buon INCI? Scrivimi e ti aiuterò volentieri  😉