Cosmetici contro la cellulite: quali scegliere per trattare gli inestetismi

La cellulite è fenomeno che, per la conformazione fisica delle donne, colpisce prevalentemente il sesso femminile. Non è una malattia e può interessare donne di qualsiasi età, sia magre che grasse. Esistono diversi tipi di cellulite e anche svariati fattori che ne determinano l’insorgenza. Tra le diverse cause, la cellulite (tecnicamente detta pannicolopatia adeno-fibrosclerotica) può insorgere in seguito ad una cattiva alimentazione, all’assunzione di farmaci, a squilibri ormonali, a sedentarietà, a familiarità, ecc.

Proprio perché le cause sono molte, per combatterla bisogna agire su più fronti! Inoltre, è necessario intervenire nelle prime fasi quando ancora la cellulite è di tipo edematosa. Se non ci si attiva subito per combatterla, la cellulite evolve rapidamente in cellulite fibrosa e, infine, in cellulite sclerotica. Questi ultimi due stadi sono molto difficili da trattare in quanto la struttura interna dell’epidermide e dello strato sottostante (il derma) sono fortemente compromessi e i tessuti sono ormai privi di elasticità.

cosmetici contro la cellulite
cosmetici contro la cellulite: gli ingredienti da scegliere per trattare gli inestetismi

Lo stile di vita è il primo fattore che deve essere corretto e tra le varie abitudini da adottare si deve certamente iniziare un trattamento cosmetico che consenta di ridurre gli inestetismi tipici della cellulite (ovvero gonfiore, pelle a “buccia d’arancia”, poco elastica e con noduli). Il trattamento cosmetico deve agire in due modi: favorire uno scambio idrico corretto e consentire un adeguato metabolismo lipidico. Il trattamento cosmetico andrà solo ad agire sugli inestetismi migliorando l’aspetto della cute e mantenendola in buono stato.

I cosmetici contro la cellulite sono davvero efficaci?

Si e No.

SI se si concepisce il cosmetico contro la cellulite come un aiuto per prevenire e attenuare gli inestetismi della cellulite in sinergia con un percorso alimentare adeguato ed un’attività sportiva regolare. In associazione ad uno stile di vita sano, i cosmetici, se applicati con costanza, sono dei validi alleati di bellezza, in grado di idratare la cute e mantenerla elastica. I cosmetici specifici per la cellulite devono essere di buona qualità e per combattere gli inestetismi devono contenere gli ingredienti di cui discuteremo a breve.

NO se si considera il cosmetico una pozione miracolosa. Il cosmetico contro la cellulite (che sia crema, gel o fanghi) deve essere concepito come un prodotto da associare ad una alimentazione sana, equilibrata e ad una corretta attività fisica. Inoltre, non si possono ottenere benefici se il cosmetico contro la cellulite non viene applicato regolarmente  per almeno 1/2 mesi. Va applicato due volte al giorno nella fase intensiva del trattamento e una volta al giorno nella fase di mantenimento. Il trattamento inoltre deve essere ripetuto più volte in un anno. A seconda del cosmetico usato e della gravità degli inestetismi della cellulite, bisogna sempre seguire la indicazioni riportate in etichetta perché i tempi e le modalità di applicazione variano da cosmetico a cosmetico.

Trattamento cosmetico della cellulite: gli ingredienti giusti

I cosmetici contro la cellulite sono un valido aiuto soprattutto nelle prime fasi, quando cioè la cellulite è di tipo edematosa (ovvero caratterizzata da gonfiore dovuto alla ritenzione dei liquidi) e la pelle non presenta ancora l’aspetto a buccia d’arancia.

Un cosmetico contro la cellulite è di buona qualità se contiene un insieme di ingredienti capaci di ridurre il gonfiore, migliorare la circolazione, aumentare il metabolismo dei lipidi (per impedire l’accumulo dei grassi), drenare le tossine e migliorare l’elasticità della pelle. Gli ingredienti più efficaci che deve contenere il cosmetico per trattare la cellulite sono:

  • Caffeina

    Sicuramente conosciuta perché è il principio attivo contenuto nel caffè e nel tè, è una sostanza che agisce sulle adiposità localizzate. La caffeina, come la teobromina (contenuta nel cacao), l’amminofillina e la teofillina (contenuta nel caffè, nelle foglie di tè e nel guaranà), appartiene alla classe delle metilxantine. Queste sostanze hanno la capacità di attivare il metabolismo degli adipociti distruggendo i grassi immagazzinati. La caffeina pura, inoltre, stimola la microcircolazione.

  • Iodio

    Secondo alcuni studi lo iodio introdotto nei cosmetici agisce stimolando le cellule adipose e pertanto induce la mobilizzazione dei grassi eliminando gli accumuli di grasso di “deposito” tipici della cellulite. Questo sale minerale è contenuto nell’alga bruna Fucus vesiculosus. I cosmetici contro la cellulite contenenti Fucus non possono essere utilizzati dalle persone con malfunzionamenti della tiroide. Lo iodio, infatti, si concentra nella ghiandola tiroidea stimolando gli ormoni tiroidei e perciò non è indicata in caso di ipertiroidismo (quando cioè c’è già un’eccessiva produzione di ormoni tiroidei).

  • Carnitina

    Si tratta di un aminoacido che ha la funzione di velocizzare il metabolismo dei grassi per espellerli. È utilizzata nella formulazione dei cosmetici contro la cellulite per la sue proprietà rassodanti.

  • Centella, Ippocastano, Edera e Rusco

    Gli estratti di queste piante contengono saponine triterpeniche e flavonoidi. L’azione combinata di queste due sostanze garantisce un effetto vasoprotettore. Le saponine hanno un potente effetto decongestionante del sistema circolatorio. Esse aumentano la resistenza dei capillari, ne regolano la permeabilità e, pertanto, combattono la ritenzione dei liquidi riducendo il gonfiore. I flavonoidi invece agiscono in sinergia con le saponine in virtù delle loro spiccate proprietà antiossidanti. Per trattare la cellulite gli estratti naturali di tali piante sono molto utili soprattutto nelle prime fasi della cellulite, quando ancora è evidente l’edema. In particolare gli estratti ricavati dal rusco  sono più potenti ed efficaci nel ridurre l’accumulo dei liquidi rispetto all’ippocastano.

  • Betulla, Equiseto e Mirtillo

    Dalle foglie della betulla si ricavano estratti dalle proprietà drenanti e antiedamatose: favoriscono il drenaggio dell’edema eliminando le tossine e i liquidi accumulati in eccesso. L’equiseto, ricco di minerali, saponine, tannini e flavonoidi, ha azione tonificante pertanto agisce contrastando il decadimento dei tessuti di sostegno. Dal mirtillo rosso, infine, si ricavano estratti che servono a rinforzare i vasi sanguigni impedendo così la fuoriuscita e il conseguente accumulo di liquidi.

  • Ananas

    Da questo frutto esotico si ottiene un estratto ricco di bromelina, ovvero enzimi in grado di trattare gli inestetismi tipici della cellulite. La bromelina riassorbe i liquidi in eccesso, riduce l’infiammazione e migliora il tono dei capillari.

  • Argilla

Sia l’argilla verde che quella rossa e bianca sono efficaci per trattare gli inestetismi della cellulite in virtù del loro effetto drenante e lipolitico (cioè capace di sciogliere i grassi). Per di più migliorano l’elasticità cutanea. I fanghi all’argilla vanno applicati almeno 2 volte a settimana e lasciati in posa per circa mezz’ora, meglio se in occlusione (cioè avvolti da una pellicola). Una volta rimossi i fanghi, il trattamento va completato massaggiando un olio nutriente e drenante come l’olio di oliva o l’olio di mandorle dolci.

  • Capsaicina e Mentolo

    I cosmetici formulati per combattere e contrastare la cellulite possono contenere sostanze che raffreddano o riscaldano la pelle. La capsaicina e il mentolo vengono quindi introdotti nei cosmetici con lo scopo di provocare, rispettivamente, vasodilatazione e vasocostrizione locale dei capillari. La capsaicina (ricavata dal peperoncino) favorisce la riattivazione della circolazione ed ha un effetto “caldo”. Il mentolo invece ha un effetto “freddo”, anche se ad elevate concentrazioni produce una sensazione di calore. Il trattamento freddo/caldo è utile a contrastare gli inestetismi in quanto, attraverso l’azione di costrizione e dilatazione dei vasi, influenza la microcircolazione locale aumentando la tonicità della parete dei vasi sanguigni.

Scrub contro la cellulite

Prima di applicare i cosmetici contro la cellulite, si deve fare uno scrub per esfoliare la pelle ed eliminare le cellule morte superficiali. Consiglio, una volta a settimana (non di più altrimenti si rischia di irritare la pelle), di fare uno scrub al sale marino. Prepararne uno fai da te è facilissimo!

cosmetici contro la cellulite: scrub al sale marino
sale marino e olio essenziale per uno scrub esfoliante e tonificante contro la cellulite

Basta disporre in un sacchetto di tessuto (meglio lino) 4 cucchiai di sale marino e 6 gocce di olio essenziale di mandorle dolci o di limone. Si bagna il sacchetto con acqua tiepida e si passa delicatamente e con movimenti circolari sulle zone interessate dagli inestetismi della cellulite. Si può anche usare il sale grosso da cucina ma quello marino è più consigliato perché contiene una percentuale maggiore di iodio (sale minerale che stimola l’eliminazione dei grassi accumulati). L’olio essenziale di mandorle dolci, invece, va aggiunto perché favorisce il drenaggio delle tossine. In alternativa all’olio essenziale di mandorle dolci si può usare quello di limone. L’olio essenziale di limone ha un effetto drenante e stimola la circolazione superficiale per far arrivare più ossigeno ai tessuti. Una volta fatto lo scrub, si può procedere con l’applicazione del cosmetico contro la cellulite.

Conclusioni

In commercio esistono vari cosmetici contro la cellulite: creme, gel, impacchi, fanghi, tutti formulati con un mix di ingredienti capaci di agire su più fronti. Qualunque sia la forma cosmetica preferita però, prima di iniziare il trattamento, è fondamentale esfoliare e massaggiare la pelle e, in base al prodotto scelto, seguire sempre le indicazioni riportate in etichetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*