Come truccare i bambini ad halloween e carnevale in modo sicuro

truccare i bambini a carnevale
truccare i bambini  senza rischi

Il carnevale è una divertente festa diffusa in tante parti del mondo. E’ molto amata dagli adulti ma soprattutto dai bambini. In quest’occasione, infatti, non vedono l’ora di travestirsi e truccarsi per assomigliare ai loro supereroi, animali o principesse preferite. Anch’io da piccola aspettavo con trepidazione l’arrivo del carnevale e ricordo che il mio travestimento preferito era Pierrot. Di questo personaggio mi piaceva la maschera un po’ malinconica ma sicuramente d’effetto: una base bianca su tutto il viso (ottenuta usando il cerone bianco) e la tipica lacrima nera 😀

Anche halloween, ormai da anni, viene puntualmente festeggiato in Italia la notte del 31 ottobre. Quest’ultima festa, anche se da noi viene “celebrata” con un significato ed uno spirito diverso rispetto agli americani, è comunque molto apprezzata e conquista sempre più adulti e bambini.

Qualunque sia la maschera ed il travestimento scelto, è importante che i genitori prestino particolare attenzione al make up utilizzato nel truccare i bambini ad halloween e carnevale. I bambini non sono degli adulti in miniatura ed è fondamentale truccarli usando cosmetici che rispettino la loro pelle sensibile. In questo articolo conosceremo quali sono i cosmetici da usare per truccare i bambini ad halloween e carnevale senza rischi.

La cute dei bimbi non è uguale a quella degli adulti. E’ più delicata in quanto ha un pH meno acido. La loro pelle è più sottile e lo strato corneo non possiede un’elevata capacità di protezione. Ha una maggiore permeabilità perché il film idrolipidico che riveste l’epidermide non è molto sviluppato. Per questi motivi non è in grado di difendersi efficacemente dall’attacco di funghi e batteri.

Proprio per queste caratteristiche è fondamentale, in occasioni come carnevale o halloween, scegliere un make up che non sia aggressivo e che non causi irritazioni, allergie o arrossamenti.

Le dritte per truccare i bambini ad halloween e carnevale in tutta sicurezza

  • Usate cosmetici per bambini

    È preferibile usare matite, ombretti e glitter specifici per bambini. Hanno il vantaggio di essere sicuri e si rimuovano facilmente. Per essere sicuri devono ovviamente essere certificati.

  • Occhio al PAO

    Fai attenzione al PAO (Period After Opening). Il PAO è un valore che indica per quanto tempo il cosmetico rimane sicuro dopo l’apertura. Se ci ritroviamo tra le mani i cosmetici che abbiamo usato l’anno prima per truccare i bimbi in occasione di carnevale o halloween, molto sicuramente questi trucchi non saranno più sicuri. Una volta aperti, i cosmetici durano qualche mese. Dopo un anno potrebbero essere contaminati e non più adatti per essere utilizzati sulla pelle delicata dei bambini (ma nemmeno su quella degli adulti). Puoi controllare la durata del cosmetico consultando l’etichetta. Troverai, nella parte posteriore del prodotto, l’immagine di un vasetto di crema con scritto un numero e la lettera M (per esempio 12 M o 18 M). Questa dicitura indica il numero di mesi in cui il cosmetico si mantiene inalterato dopo l’apertura e può essere utilizzato senza problemi. Superato tale periodo va buttato per non rischiare di provocare danni alla cute.

  • Attenti all’età

    Nel caso si usino cosmetici per adulti, è necessario leggere con attenzione l’etichetta. Non devi usare sui bambini cosmetici che non rientrano nella fascia di età indicata sul prodotto. Molti cosmetici non possono essere usati in bambini di età inferiore ai 3 anni.

  • Verificate la reazione della pelle

    Testate i cosmetici su una piccola area del corpo del bambino. Visto che il trucco rimarrà sul viso per diverse ore, onde evitare che il cosmetico causi delle reazioni allergiche, è importante testarlo sul braccio o dietro l’orecchio. Se non si verifica alcuna reazione avversa si potrà procedere con l’applicazione del trucco su tutto il viso. Nel caso in cui, invece, il bambino inizi a grattarsi e la pelle si arrossa bisogna rimuovere immediatamente il cosmetico e risciacquare con acqua fredda.

  • SI ai cosmetici di qualità

    Diffidate dei prodotti a basso costo. La pelle dei bambini ha bisogno di prodotti di ottima qualità. Devono essere ipoallergenici, senza profumi, senza nichel e dermatologicamente testati.

  • Occhi e labbra meglio senza trucco

    E’ bene evitare di truccare, nei bimbi molto piccoli, il contorno occhi e le labbra. Sono zone del viso particolarmente sensibili e, in generale, non bisogna esagerare con le quantità.

  • NO ai coloranti fluorescenti

    Deve essere posta molta attenzione ai coloranti contenuti nei cosmetici che possono provocare irritazione cutanea. Esistono, per queste occasioni, trucchi contenenti coloranti fluorescenti. In assenza di luce si illuminano creando un effetto scenografico e speciale. I trucchi che contengono questi pigmenti fluo non possono essere usati nella zona perioculare.

Come struccare i bambini

Alla fine della festa, tutto il make up deve essere accuratamente rimosso. Anche nel caso della rimozione del make up è bene leggere l’etichetta del prodotto che è stato usato per truccare i bambini ad halloween e carnevale e seguire le indicazioni riportate. Se nel cosmetico non sono riportate indicazioni specifiche, si può procedere rimuovendo il make up con acqua e sapone delicato o con acqua micellare specifica per pelli sensibili. Invece, per rimuovere l’ombretto o comunque il trucco sugli occhi va usato uno struccante occhi per pelli sensibili.

Attenzione anche a costumi ed accessori

I genitori devono fare attenzione anche ai costumi, alle maschere, alle schiume, alle stelle filanti, ai coriandoli, ai gadget e a tutti i giochi tipici del carnevale  o di halloween destinati ai bambini. Qualsiasi oggetto deve riportare il marchio CE e non deve costituire un pericolo per il bambino. Occhio pertanto ai piccoli pezzi che potrebbero staccarsi dai costumi ed essere ingeriti dai bimbi. Attenzione alla fascia di età consigliata e alle schiume che possono essere infiammabili quindi vanno tenute lontano da fonti di calore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*