Prevenzione melanoma: proteggere i nei dal sole

Più volte, nei miei articoli, ho raccomandato di difendere la pelle dal sole nei mesi invernali. Mani, viso, collo e décolleté sono parti del corpo esposte al sole e agli agenti inquinanti tutto l’anno pertanto le creme contenenti filtri solari usate anche nei mesi invernali proteggono sia dal rischio di tumori della pelle sia dal fotoinvecchiamento. Con l’arrivo della bella stagione, la cute deve essere a maggior ragione protetta dai raggi solari. In estate infatti ad essere esposto al sole è praticamente quasi tutto il corpo. In particolare, bisogna proteggere i nei dal sole: delle semplici e comuni macchie marroni a causa di un’esposizione al sole sbagliata si possono trasformare in qualcosa di molto più grave. E’ fondamentale quindi, in estate, adottare ogni precauzione per difendersi dai raggi solari.

Cosa sono i nei?

I nei (tecnicamente nevi) sono accumuli di melanociti che si trovano nella pelle, nelle mucose e nella congiuntiva. I melanociti, a loro volta, sono cellule specializzate nella produzione della melanina, cioè il pigmento che ci protegge dalle radiazioni solari e ci fa abbronzare. I nei generalmente non si manifestano alla nascita ma iniziano a comparire solo dopo alcuni mesi di vita. Non c’è un numero fisso di nei, essi continuano a spuntare fino all’età adulta e il numero dipende sia da fattori ereditari sia dall’esposizione al sole. E’ indispensabile proteggere i nei dal sole perché c’è il rischio di incorrere nel melanoma.

proteggere i nei dal sole per prevenire i tumori della pelle
per prevenire i tumori della pelle proteggi i nei dal sole

Cos’è il melanoma?

Il melanoma è un tumore della pelle che colpisce i melanociti e si manifesta, pertanto, con la formazione di macchie scure. In molti casi si “nasconde” dietro un neo già esistente. Ecco perché melanoma e nei sono correlati. Se, infatti, nella maggior parte dei casi i nei sono benigni ci sono anche casi in cui i nei subiscono delle trasformazioni diventando maligni. Il colpevole #1 di questa trasformazione è sicuramente il sole: i raggi ultravioletti danneggiano i melanociti inducendoli a trasformarsi in cellule maligne. Questo tipo di tumore colpisce indistintamente sia gli uomini che le donne. Le parti del corpo più colpite sono la schiena negli uomini; gambe e piedi nelle donne. Nessuna parte del corpo, tuttavia, è esente da rischi.

Prevenzione del melanoma: autovalutazione

Il primo gesto di prevenzione è l’autovalutazione. E’ necessario tenere sotto controllo i nei e rivolgersi al dermatologo se si nota che uno di essi stia assumendo uno strano aspetto. La regola base è  diagnosticare in tempo le lesioni sospette. Per farlo bisogna monitorare l’aspetto dei nei seguendo la regola “ABCDE”. Si tratta di una regola molto semplice da ricordare che consente di tenere i nei sotto controllo:

  • A: sta per Asimmetria, bisogna sospettare di un neo che si presenta con una forma irregolare.
  • B: sta per Bordi irregolari, il neo che si presenta con bordi frastagliati deve essere controllato.
  • C: sta per Colore disomogeneo, il neo normalmente ha un colore uniforme, deve essere un campanello d’allarme se invece presenta varie sfumature di colore. Il colore disomogeneo comprende chiazze che possono variare dal marrone chiaro al marrone scuro fino al nero.
  • D: sta per Dimensioni, il melanoma è una lesione che ha una grandezza maggiore rispetto ad un comune neo il quale, normalmente, ha un diametro di circa 5-6 mm.
  • E: sta per Evoluzione, è il parametro che più di tutti deve mettere in allarme. Se con il passare del tempo un neo cambia forma, si evolve, cresce, cambia colore, va assolutamente sottoposto a controllo specialistico.
proteggere i nei dal sole_regola abcde
regola ABCDE per auto-valutare i nei

Periodicamente dedica, quindi, qualche minuto all’autoanalisi dei nei del tuo corpo. Aiutati con uno specchio per controllare i nei nelle parti del corpo più difficili da osservare oppure fatti aiutare da un familiare. Analizza minuziosamente ogni parte del corpo: schiena, collo, sotto il seno, parti intime, labbra, ecc. Controlla anche il cuoio capelluto: utilizzando un asciugacapelli ed uno specchio controlla i nei che si nascondono sotto i capelli. Rivolgiti al dermatologo se noti un qualsiasi cambiamento ad un neo, se noti strane macchie scure o hai un qualsiasi dubbio.

Oltre all’autovalutazione, uno strumento importantissimo per prevenire il melanoma è quello di esporsi al sole moderatamente evitando ustioni ed eritemi così da scongiurare i danni provocati dalle scottature e proteggere i nei dal sole.

Come proteggere i nei dal sole in estate?

A questo punto dell’articolo penso abbiate già capito quanto sia importante proteggere i nei dal sole. Dobbiamo evitare che i raggi UVA ed UVB danneggino il DNA dei melanociti e per farlo basta seguire le regole della corretta esposizione solare:

  1. Evita di  di rimanere in spiaggia (o in piscina) ed esporti al sole nelle ore più calde della giornata (dalle 11 alle 16);
  2. Applica una crema solare adatta al tuo tipo di pelle e ad ampio spettro (cioè capace di difendere la cute dai raggi UVA e UVB);
  3. Quando stai all’aperto durante il giorno, per proteggere i nei presenti nelle parti del corpo più scoperte (come gambe e braccia) usa uno stick solare: lo stick è pratico, facile da applicare ed ha un alto fattore di protezione grazie al quale la pelle sarà efficacemente protetta;

    stick solare bionike_proteggere i nei dal sole
    io uso lo stick solare bionike per proteggere i miei nei dal sole…e tu??
  4. Proteggi dal sole sia le zone della pelle con i nei sia le parti dell’epidermide prive di nei. Il sole, infatti, non solo può indurre i nei a trasformarsi in melanomi ma può anche far nascere nuove lesioni dal nulla;
  5. Se, come me, hai la pelle chiara e tendi a scottarti facilmente, in spiaggia proteggiti dal sole con più attenzione: oltre alla crema solare con SPF alto usa cappelli, occhiali da sole e indossa una maglietta bianca se resti sotto il sole a lungo. Le pelli molto chiare (fototipo 1 e 2) hanno bisogno di maggiore protezione rispetto a quelle scure; ciò non toglie tuttavia che anche chi ha la carnagione olivastra e scura ha bisogno di protezione. Anche se i raggi del sole non causano scottature alle pelli mediterranee possono comunque causare danni ai melanociti. Il melanoma non guarda il colore della pelle e può colpire chiunque;
  6. I bambini sono i soggetti più a rischio: non vanno lasciati sotto il sole a lungo, il solare deve essere applicato almeno ogni 2 ore e dopo ogni bagno. La pelle dei bambini e degli adolescenti va protetta assolutamente in quanto le scottature e le ustioni che si registrano da bambini e in età adolescenziale aumentano dell’80% il rischio di insorgenza di tumore alla pelle in età adulta. Sono i danni indotti dalle varie scottature che si accumulano nel corso degli anni a determinare la comparsa del melanoma;

    i nei dal sole_bambini
    difendi dalle ustioni i tuoi bimbi: in spiaggia applicagli spesso la crema solare e fagli indossare maglietta e cappellino nelle ore più calde
  7. Qualsiasi fonte che emette radiazioni fa male: non rappresenta un rischio soltanto il sole ma anche le lampade ed i lettini solari. Evita dunque eccessive sedute abbronzanti;
  8. Prepara la pelle all’azione dei raggi solari mangiando alimenti di stagione. Tutta la frutta e la verdura di colore rosso e arancione (ovvero ricca di betacarotene) è dotata di azione antiossidante pertanto protegge l’epidermide dal sole stimolando l’abbronzatura e riducendo il rischio di scottature.

Per conoscere più nel dettaglio come proteggerti dal sole, leggi l’articolo: 10 consigli su come proteggersi dal sole ed abbronzarsi.

Nei mesi dedicati alla prevenzione del melanoma, invece, recati nelle farmacie che aderiscono ai programmi di prevenzione. Gli specialisti controllando gratuitamente e minuziosamente ogni neo, anche quelli più nascosti, saranno in grado di diagnosticare tempestivamente un eventuale neo sospetto. Prenditi sempre cura di te, affidati a mani esperte e sii attenta/o ai segnali che invia il tuo corpo. I nei che, in poco tempo, cambiano aspetto rappresentano il primo campanello d’allarme. Solo la prevenzione ed una corretta diagnosi possono salvare te e i tuoi bambini dal melanoma, ad oggi infatti non esistono vaccini per prevenire il tumore della pelle.

Per sapere quale solare fa al caso tuo devi prima conoscere il tuo fototipo, scoprilo in questo articolo: E tu, che fototipo sei?

Sai già a quale fototipo appartieni ma non sai quale solare fa al caso tuo? Scrivi un commento e ti aiuterò, tramite una consulenza gratuita e personalizzata, a scegliere la crema solare che fa al caso tuo. 😀

Fai scelte consapevoli  😉