Come idratare e nutrire la pelle molto secca in inverno

Dopo il caldo e il sole estivo, con l’arrivo dell’inverno ci pensano il freddo, il vento e l’aria secca a stressare la nostra pelle. In mancanza di umidità lo strato corneo perde la sua normale idratazione. Con il freddo arriva meno sangue (e quindi meno sostanze nutritive) alla pelle e le ghiandole sebacee producono meno sebo. Il sebo è un secreto molto importante per la cute perché contribuisce a formare il film idrolipidico dell’epidermide che impedisce all’acqua di evaporare. La sua carenza fa, pertanto, apparire la pelle secca, screpolata e si ha una fastidiosa sensazione di tensione. Nutrire ed idratare la pelle in inverno è dunque fondamentale, soprattutto se è già secca per natura.

In queste condizioni, la cute non è in grado di difendere l’organismo dall’attacco di allergeni, microbi e sostanze estranee in quanto lo strato protettivo (film idrolipidico) che riveste l’epidermide naturalmente è compromesso e la pelle si screpola, si inaridisce e causa prurito. A “soffrire” del freddo invernale è innanzitutto il viso, la parte del corpo più sensibile ed esposta. Ne sono però sensibili anche altre zone, in particolare le gambe ed i gomiti che si desquamano e si presentano ruvidi.

Qual è la crema migliore per idratare e nutrire la pelle molto secca in inverno?

Per nutrire la pelle molto secca in inverno la crema deve essere una emulsione acqua in olio (A/O), ovvero più ricca di sostanze grasse. Le sostanze grasse sono nutrienti ma, indirettamente, anche idratanti. La cute molto secca può essere carente sia di acqua che di lipidi ed altre sostanze perciò, per ripristinare il normale equilibrio cutaneo, bisogna intervenire utilizzando creme contenenti sostanze ad azione igroscopica (cioè che assorbono l’acqua presente nell’ambiente circostante e la trattengono a livello dell’epidermide) e ingredienti di natura lipidica che hanno funzione emolliente e nutriente.

Soprattutto in inverno, dopo una giornata di freddo molto intenso, il nostro viso può presentarsi estremamente secco ed esige di essere trattato con una crema dalla texture ricca. In caso di pelle molto secca consiglio una crema più nutriente che idratante sia al mattino che alla sera. Se la pelle è tendente alla secchezza, invece, la sera è preferibile usare una crema più nutriente mentre al mattino una crema più idratante. Nel caso del viso, quest’ultima sarà perfetta anche come base per il trucco. 

Come scegliere la crema idratante o nutriente

Leggi quindi l’etichetta e ricorda che gli ingredienti sono riportati in ordine decrescente (da quello in concentrazione maggiore a quello in concentrazione minore). Fanno eccezione le sostanze presenti in concentrazione inferiore all’ 1% che possono essere riportate casualmente. Pertanto, una crema più ricca dal punto di vista lipidico sarà riconoscibile perché le sostanze nutrienti si troveranno in percentuale più alta e quindi ai primi posti nella lista degli ingredienti (andranno scelte in caso di pelle molto secca). Viceversa per le creme idratanti meno ricche di sostanze grasse (da scegliere se si soffre di pelle secca o tendente alla secchezza).

In questo articolo puoi trovare i più comuni ingredienti ad azione idratante e nutriente. Conoscerli ti aiuterà a scegliere le creme (corpo e viso) consapevolmente e secondo le tue esigenze. Leggendo la lista degli ingredienti dovrai ricercare le sostanze dell’una o dell’altra categoria ai primi posti della lista INCI. I vari ingredienti saranno combinati in vario modo. In tutte le creme troverai sempre sia ingredienti idratanti che nutrienti ma quest’ultimi dovranno prevalere se vuoi nutrire la pelle molto secca in inverno.

Il ruolo dell’acido ialuronico

Se la pelle secca non viene trattata rischia di invecchiare prima rispetto alla pelle normale. E’ anche vero, però, che la cute può diventare secca con l’avanzare dell’età. L’acido ialuronico svolge un ruolo chiave in ogni caso ed in ogni stagione. E’ un normale componente della cute in grado di legare un elevato numero di molecole d’acqua e mantenere la pelle compatta ed idratata. Invecchiando, però, l’acido ialuronico diminuisce e la pelle perde la sua normale idratazione. Inserito nelle creme per il viso, ha lo scopo di ricompattare i tessuti attraverso l’idratazione, limitando così la secchezza e la comparsa delle rughe.

nutrire la pelle secca in inverno
in inverno la pelle è messa a dura prova dal freddo soprattutto se è secca, per il viso ma anche per il corpo serve una crema ricca per nutrire la cute molto secca e desquamata

Conclusioni

La pelle si inaridisce non soltanto a causa del clima invernale, ma anche in seguito all’assunzione di alcuni farmaci (come i diuretici), con l’avanzare dell’età o per lavaggi frequenti e con detergenti inadatti. Per alcune persone, invece, è una questione genetica: hanno la pelle più secca perché, per questioni ereditarie, presentano un’alterazione nella produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee e fattori esterni possono aggravare la secchezza.

In ogni caso, la cute secca va idratata e nutrita ogni giorno con creme contenenti gli ingredienti giusti per evitare che la situazione peggiori. Se inizialmente infatti la pelle è “semplicemente” ruvida, in mancanza di un trattamento cosmetico adeguato diventa molto secca e si screpola, provoca prurito più o meno intenso e possono anche formarsi dei tagli.

Se hai dubbi sulla scelta della crema che fa per te o vuoi saperne di più su qualsiasi ingrediente cosmetico, scrivi il tuo commento e ti aiuterò volentieri 😉