Estate e mare: come abbronzarsi senza inconvenienti

L’abbronzatura è un meccanismo di difesa molto sofisticato. La pelle baciata dal sole viene stimolata a liberare melanina. Questa protegge l’epidermide dalle radiazioni solari e fa assumere alla cute una colorazione più scura. Abbronzarsi è l’obiettivo principale di quasi tutti noi. Si aspetta con ansia l’arrivo della bella stagione per passare ore ed ore in spiaggia sotto il sole cercando di colorirsi il prima possibile. Il più delle volte, però, la tintarella perfetta non arriva anzi… Al posto di abbronzarsi senza inconvenienti si rischia di irritare la pelle ed ustionarsi.

come abbronzarsi senza inconvenienti
abbronzarsi senza inconvenienti si può…

Ottenere un’abbronzatura dorata, uniforme e duratura è infatti il sogno di tutti ma molti sicuramente sapranno che non è così facile riuscirci. E’ più facile ottenere una bella abbronzatura ambrata se si ha una carnagione olivastra/mediterranea. Decisamente più difficile, invece, se si ha una carnagione chiara. In particolare, per chi ha una pelle molto chiara e fa parte dei fototipi 1 e 2 raggiungere un’abbronzatura bella ed uniforme è quasi impossibile. Chi ha la carnagione molto chiara rischia anzi di abbronzarsi “a chiazze” (nella migliore della ipotesi) o peggio scottarsi ed incorrere in un fastidioso e pericoloso eritema solare.

In questo articolo ti darò qualche consiglio per abbronzarti in maniera adeguata. Anche se hai la pelle chiara potrai ottenere una bella colorazione uniforme se segui la strada giusta ed eviti alcune pratiche comuni ma scorrette. Alle more che si abbronzano facilmente consiglierò invece come far durare a lungo la tintarella. Vediamo tutto quello che si deve e soprattutto NON si deve fare per abbronzarsi senza inconvenienti…

1. Per abbronzarsi senza inconvenienti bisogna spalmare la crema solare

Se pensi che esporti al sole senza protezione sia la cosa più giusta perché ti farà abbronzare prima, sappi che stai sbagliando. Se vuoi abbronzarti, soprattutto se hai la pelle chiara, devi usare la protezione solare. Senza di essa la pelle si irriterà e si arrosserà e una volta passato l’eritema anziché essere abbronzata inizierai a spellare. Il tempo che avrai trascorso al sole sarà diventato tempo perso e dovrai iniziare da capo. Prima di stenderti al sole applica quindi abbondantemente la crema su tutto il corpo e rinnova l’applicazione frequentemente. La crema ti farà abbronzare e la tua pelle diventerà dorata senza spellare o seccarsi. I solari, infatti, non proteggono totalmente dal sole (neppure quelli con protezione 50+). Usarli ti garantirà un’abbronzatura sana, bella e duratura.

come abbronzarsi senza inconvenienti
per una pelle ambrata stendi la crema solare su tutto il corpo e non stare al sole troppo a lungo

Applica la crema prima di arrivare al mare e riapplicala più volte durante la giornata di mare. Usane una waterproof ma riapplicala comunque dopo ogni bagno o dopo che sudi stando sotto il sole. Nei primi giorni di mare usa un solare con SPF alto a prescindere dal colore della pelle e poi diminuisci la protezione (senza mai abbandonarla) man mano che la tua pelle è più abbronzata. Anche le pelli che generalmente non si scottano, nei primi giorni di mare, devono usare una protezione alta (SPF 30) per poi sostituirla con una più bassa (SPF 6 o 10).

Per abbronzarti ricordati che non c’è necessità di trascorrere ore ed ore sotto il sole: prendi il sole con costanza ma con cautela. Approfitta della capacità dell’acqua di riflettere i raggi del sole: metti la crema protezione 50 e prendi il sole stesa in riva al mare. I raggi del sole riflessi diventano più intensi e puoi stare al sole meno tempo. Nelle ore più calde della giornata (dalle 11 alle 15) evita di stare sotto il sole diretto: mettiti sotto l’ombrellone ma senza mai rinunciare alla crema solare, ti abbronzerai comunque!! I raggi solari infatti riescono a penetrare raggiungendoti anche sotto l’ombrellone.

2. Non usare l’acqua solare abbronzante senza protezione

L’acqua solare è un cosmetico che deve essere usato con molta cautela sia che si abbia la pelle scura sia che si abbia la pelle chiara (in quest’ultimo caso soprattutto). C’è da stare attenti perché l’acqua solare non contiene filtri UV quindi non protegge dalle ustioni e dall’azione lesiva dei raggi solari.

L’acqua solare è molto utile quando si è in spiaggia perché ha un’azione anti-sale: aiuta a rimuovere la salsedine dalla cute e dai capelli dopo aver fatto il bagno (oppure il cloro dopo aver fatto il bagno in piscina). Serve anche a ridurre la sensazione di calore che si avverte quando si sta sotto il sole a lungo ma deve essere vaporizzata sulla pelle con qualche accorgimento.

acqua solare_abbronzarsi senza inconvenienti
acqua solare abbronzante senza filtri: usala dopo aver applicato la crema solare protettiva

L’acqua solare, infatti, va applicata soltanto dopo aver steso il solare specifico per il tuo tipo di pelle perché, come ho già detto, non ha filtri UV. Usala quindi sopra la crema solare per rinfrescare e intensificare l’abbronzatura. E’ adatta alle pelli scure che si abbronzano facilmente e non si scottano perché aiuta ad intensificare l’abbronzatura ottenuta. Non è adatta ai fototipi bassi. Gli ingredienti che contiene, infatti, (come per esempio il beta-carotene) servono ad accelerare l’abbronzatura e dare colorito alla pelle ma non proteggono dalle ustioni. Per un’azione anche idratante ci sono le acque solari che contengono ingredienti come l’Aloe vera o acqua di Hamamelis. Sono ottime soprattutto in assenza di acqua dolce per eliminare la salsedine ed impedire alla pelle ed ai capelli di inaridirsi.

3. NO all’olio solare senza protezione

Se hai la pelle chiara o sono i primi giorni di mare non usare l’olio abbronzante senza protezione. Non ti far confondere dalla dicitura “abbronzante”. Se hai una carnagione sensibile che tende a scottarsi usando l’olio non ti abbronzerai ma, nella migliore delle ipotesi, tornerai a casa con un eritema. Se ti piace la consistenza dell’olio e l’effetto che lascia sulla pelle usa, piuttosto, un olio solare con fattore di protezione solare adatto al tuo fototipo. Gli oli solari abbronzanti senza protezione servono a far colorire la pelle perché contengono attivi specifici (come l’olio di Carota o il mallo di noce) ma non sono la scelta migliore se hai la pelle sensibile, chiara, medio-chiara, tendi a scottarti o sei alle prime esposizioni. L’olio abbronzante, favorendo un’abbronzatura più rapida ed intensa, rischia di farti scottare più facilmente.

olio solare: come abbronzarsi senza inconvenienti
olio solare abbronzante senza filtri: vietato usarlo sulla pelle dei bambini e sulle pelli chiare

Non è la scelta giusta usare l’olio solare privo di protezione neppure se hai la carnagione mediterranea e ti stai godendo le prime giornate di mare. L’olio solare senza protezione deve essere usato soltanto dalle pelli già abbronzate e scure le quali devono comunque evitare di esporsi al sole nelle ore più calde e centrali della giornata ed evitare di applicare l’olio nelle zone del corpo più delicate.

Per scongiurare ogni rischio ti consiglio di usare un olio solare abbronzante che contiene filtri solari. Anche se hai la pelle scura/olivastra e hai superato i primi giorni di esposizione, preferisci comunque gli oli abbronzanti che abbiano una protezione bassa (è sufficiente anche un SPF 6). In questo modo sarai protetta e l’abbronzatura si manterrà bella e sana. Anche se non temi le scottature perché hai la carnagione scura non sfidare il sole: può provocare altri danni importanti (come foto-invecchiamento, macchie scure e tumori cutanei).

olio solare abbronzante con filtri solari_abbronzarsi senza inconvenienti
usa un olio solare abbronzante con filtri solari per abbronzarti senza inconvenienti

4. Non usare la birra né altri rimedi fai da te

Ti sarà capitato di vedere qualcuno che spalma sulla pelle la birra o ti avranno suggerito di farlo dicendoti che fa abbronzare. Probabilmente sei stata anche convinta vedendo la pelle dorata di chi te l’ha consigliato. Sappi però che ciò che ti è stato detto è sbagliato: la birra non fa abbronzare! E’ una bevanda che come sappiamo contiene luppolo. Il luppolo è uno stimolante dell’abbronzatura perché induce il rilascio della melanina ma la birra, pur contenendo questo fiore, non è adatta ad essere spalmata sulla pelle. La birra versata sulla cute non ti farà abbronzare ma causerà irritazione e secchezza cutanea.

La birra, infatti, è una bevanda alcolica. L’alcool che contiene aumenta il rischio di scottature, eritemi ed ustioni perché irrita la pelle rendendola più sensibile all’azione dei raggi solari. Evita pertanto i rimedi fai da te e abbronzati usando la crema solare adatta al colore della tua pelle. Solo proteggendoti potrai abbronzarti. Le creme solari infatti non ti impediranno di ottenere la tintarella tanto desiderata ma ti proteggeranno dai danni del sole e ti faranno abbronzare gradualmente.

5. Non scegliere un unico solare per tutto il corpo

Alcune parti del corpo sono più sensibili rispetto ad altre e richiedono una protezione solare maggiore. Un solare con SPF 20, per esempio, non è adatto a proteggere zone sensibili e delicate come il contorno occhi, le labbra, le mani, le cicatrici. Queste zone richiedono una protezione 50. Uno stesso solare non è quindi sempre adatto ad essere usato su tutto il corpo.

Pensa anche alla consistenza dei solari. Un olio solare non è idoneo ad essere usato sul viso perché lo renderebbe lucido ed untuoso (soprattutto se si ha la pelle mista o grassa). L’olio solare dovrai quindi usarlo solo per il corpo mentre per il viso dovrai scegliere una formula meno pesante. Nei casi in cui per il corpo hai bisogno di una protezione solare media o bassa è bene comprare 2 solari: uno per il corpo con il fattore di protezione adatto al colore della pelle ed uno con SPF 50 per proteggere le parti del corpo più delicate. In caso di pelle chiara invece opta per un solare dalla consistenza leggera con SPF 50 che andrà bene sia per il corpo che per il viso e le zone sensibili. Per scoprire quale solare fa al caso tuo leggi l’articolo dedicato ai vari tipi di solari.

6. Gusta i cibi estivi che stimolano l’abbronzatura

Mangia e bevi i cibi tipici della stagione estiva. Pomodori, peperoni rossi, carote, albicocche sono solo alcuni degli alimenti che stimolano l’abbronzatura. Inizia a farne scorta ancora prima delle vacanze estive. Il potere di questi cibi non deve essere sottovalutato: insieme alle creme solari, aiuteranno la pelle a proteggersi dai danni del sole e ad abbronzarsi senza inconvenienti e più velocemente. Vuoi sapere quali sono tutti i cibi che stimolano l’abbronzatura? Clicca qui.

7. Fai uno scrub

Per una tintarella da fare invidia qualche giorno prima di iniziare le vacanze al mare fai uno scrub su tutto il corpo per eliminare le cellule morte. Eliminando le cellule morte che ricoprono lo strato più superficiale della pelle otterrai un’abbronzatura uniforme e duratura. Qualunque sia il colore della tua pelle, lo scrub ti aiuterà ad assumere un colorito omogeneo.

 

Per adesso è tutto ma non perderti la linea guida con tutti i consigli sulla corretta esposizione al sole: clicca qui per leggerla.

Goditi il sole senza mettere a rischio la tua salute, fai scelte consapevoli  😉

Hai domande? Lascia un commento   😎

Precedente Acqua micellare: va risciacquata o non va risciacquata? Successivo Cosmetici per lo styling: come scegliere quelli giusti per i tuoi capelli